Sorpresa: lo Us Open si farà L’ok interessa anche Bagnatica
Le finaliste nel torneo di Bagnatica 2019: Martina Caregaro (a sinistra) e la tedesca Tamara Korpatsch

Sorpresa: lo Us Open si farà
L’ok interessa anche Bagnatica

Via libera per New York, ma i giocatori sono decisamente contrari. Autorizzati a cascata i tornei minori: il «25 mila» bergamasco alla finestra.

In attesa che Atp e Wta comunichino nel dettaglio il loro nuovo calendario, ci sono due notizie importanti emerse negli ultimi giorni in merito al tennis che verrà. La prima è che, non senza una certa sorpresa, gli Us Open si giocheranno. Nella data prevista inizialmente (31 agosto-13 settembre) e per di più a New York, uno dei centri maggiormente colpiti dalla pandemia. Così ha deciso la Usta, la Federazione americana, dopo una consultazione che ha coinvolto anche i massimi esponenti delle associazioni dei pro. Detto che i top players sono schierati in modo compatto contro questa decisione, soprattutto per le forti limitazioni che saranno imposte a ciascuno di loro in merito allo staff al seguito, la notizia è certamente positiva per tutto il mondo della racchetta.

Bagnatica alla finestra

© RIPRODUZIONE RISERVATA