Paola, 14 anni, timbro soul e voce profonda: ora sogna Sanremo Junior
Paola Damiani

Paola, 14 anni, timbro soul e voce profonda: ora sogna Sanremo Junior

Paola Damiani, di Ranica, ha già collezionato diversi podi in concorsi canori nazionali. Su YouTube, Spotify e iTunes, la sua versione remix dance dell’ultimo hit di Adele «Easy on me».

Una voce adulta e matura, un timbro caldo e profondo come solo le migliori cantanti soul possono vantare. Arriva da Ranica la cantante in erba che, a dir la verità, è già più che una promessa nel panorama musicale italiano. Si chiama Paola Damiani e con la freschezza, e la leggerezza, dei suoi 14 anni ha messo a segno più di un podio in diversi concorsi canori nazionali. «Da giugno fino ad ora Paola ha partecipato a 7 concorsi – racconta il papà Luca – aggiudicandosi il primo premio al concorso canoro “Vocivere della Pedemontana Veneta”, al “Music show” di Limbiate e al festival “Una Voce per L’Alpàa 2021”, importante manifestazione canora di Varallo Sesia, e, non ultimo al concorso del “Canta Brianza” che si è tenuto a fine settembre a Carate Brianza». Quella di Paola è una passione manifestata fin da piccola: «Ha iniziato a cantare a due anni quando guardando i film della Disney si divertiva a canticchiare le colonne sonore.

Quando è diventata più grande l’abbiamo iscritta al Minicoro Monterosso di Bergamo per poi a 12 anni iniziare una preparazione con insegnanti privati proprio per potersi confrontare con altre realtà oltre quella del coro. Da subito – sottolinea papà Luca – gli insegnanti ci hanno fatto notare come Paola fosse dotata e che la sua voce, oltre ad essere già adulta e matura, era una molto particolare. Il suo timbro è quello tipico della voce calda delle cantanti di colore». «Detto questo – prosegue il papà – Paola canta di tutto, dalla musica pop al blues al jazz. Spazia un po’ in tutti i generi di musica. A lei basta cantare perché è questo che la fa felice. Si diverte tantissimo anche con il karaoke, anche se i suoi insegnanti le raccomandano di stare attenta perché la voce per lei è come uno strumento musicale. Deve essere trattata con cura». Paola oltre che appassionata di musica è anche una studentessa del primo anno di liceo al linguistico Romero di Albino e comunque riesce a conciliare l’impegno dello studio con quello della musica: «Durante il covid ho dovuto sospendere le lezioni con gli insegnanti di canto – racconta Paola – ma adesso ho potuto riprendere le lezioni. Praticamente tutti i giorni mi esercito anche da sola, ho riservato un angolo della casa tutto mio, un po’ come fosse il mio studio. Per me il canto è un modo di esprimermi, ma anche di sfogarmi. Ormai è una parte di me della quale non posso fare a meno. Quando canto sto bene e questo, per adesso mi basta. Certo – sottolinea Paola – mi piacerebbe fare del canto anche quello che sarà il mio lavoro. È il mio sogno nel cassetto, ma vedremo che cosa mi riserverà il futuro perché so che non è una carriera facile». Anche il papà vive il momento con estrema serenità:«Adesso sia io che mia moglie siamo contenti perché Paola lo è. A quello che potrebbe diventare questa passione ci penseremo più avanti. Per ora siamo felici che lei viva questa avventura come un gioco e con quella leggerezza giusta per la sua età. Deve comunque studiare e fare il suo percorso di vita e anche nella musica deve essere una strada percorsa gradualmente. E questo anche per crescere musicalmente». Tra i progetti futuri di Paola anche quello, grazie a due cantanti di livello che sono in contatto con lei, di partecipare al prossimo Sanremo junior. Di certo c’è invece la pubblicazione su tutte le piattaforme da YouTube a Spotify a iTunes, del suo primo singolo, la versione remix dance dell’ultimo hit di Adele «Easy on me» . E pare proprio che Paola abbia già fatto il pieno di ascolti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA