Un altro terremoto, ma la frana è «ferma». «Si capirà meglio nei prossimi giorni»

Lunedì un lieve sisma di magnitudo 2,6 con epicentro a Zone, a pochi passi dal lago sulla sponda bresciana. In un mese è il terzo. Il geologo Sant’Ambrogio: «Finora nessuna nuova accelerazione sul fronte del Saresano».

Un altro terremoto, ma la frana è «ferma». «Si capirà meglio nei prossimi giorni»

Dopo la potente scossa di metà dicembre che dall’epicentro Bonate Sotto è stata avvertita in tutta la Lombardia, dopo quella di qualche giorno fa con epicentro Cortefranca a due passi dal Sebino, ieri un altro piccolo terremoto nell’area del lago: alle 13,44 la terra ha tremato a Zone - 2,6 di magnitudo -, paese bresciano a monte del paese rivierasco di Marone. Nessun danno, ma il pensiero di tutti - soprattutto sui social - è corso alla frana del monte Saresano, sotto costante monitoraggio da Arpa Lombardia.Intanto i sindaci hanno chiesto e ottenuto di poter avere un report ogni due mesi, per leggere i dati del monitoraggio. Il Comune di Monte Isola invece sta distribuendo alla popolazione eventualmente interessata dal rischio tsunami, il vademecum con tutte le istruzioni su come comportarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA