Per lavoro o svago, la Valle Brembana
ora adotta gli alpaca - Foto

A San Giovanni Bianco una famiglia li tiene per i bambini, in un’azienda di Sedrina dedicata agli asini accompagnano i clienti. A Dossena si usano per la lana.

Per lavoro o svago, la Valle Brembana ora adotta gli alpaca - Foto
Matteo Fracassetti con uno dei suoi alpaca

Per «lavoro», oppure più semplicemente per gioco e compagnia. Finora pare siano tre le famiglie che li hanno «adottati», ma non è detto che qualche altro sia nascosto tra mucche e asini in una stalla dell’alta valle. Parliamo degli alpaca, camelidi simili ai lama ma più piccoli, presenti già da alcuni anni in un allevamento in Val Gandino ma anche in un’azienda agrituristica di Valsecca. Ora anche la Valle Brembana pare abbia scoperto questo ruminante particolarmente simpatico, pelosissimo, pulito, resistente ovviamente alle temperature più rigide (proviene dalle Ande del Sudamerica, suo habitat naturale). Pare si sia adattato bene anche alle nostre latitudini, d’estate però in genere va tosato proprio perché soffre il caldo. Tendenzialmente riservato, è però di buona compagnia in caso di passeggiate tranquille. Difficile che sputi, a meno che stia litigando con un suo «collega» e uno ci si trovi di mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA