Bimba sopravvissuta alla tragedia
I soccorritori: «Non trovavamo le parole»

Castione della Presolana, sconvolta la squadra che ha soccorso la coppia morta precipitando al Vareno. La figlia chiedeva: «Dov’è la mia mamma?». Il papà indossava i ramponi. Un precedente nel gennaio 2009.

Bimba sopravvissuta alla tragedia     I soccorritori: «Non trovavamo le parole»
Il sentiero innevato

«Dov’è la mia mamma?». E cosa si risponde alla domanda di una bambina che ha appena visto scivolare tra ghiaccio, rocce e alberi la mamma e il papà? Nulla, forse è lecito dire qualche innocente bugia, o provare a distrarla per portarla via il prima possibile da quel posto, cercando di trattenere le lacrime, per non farla spaventare. È quanto hanno cercato di fare anche i soccorritori domenica pomeriggio, lungo il sentiero che collega il colle Vareno al passo della Presolana , mentre aiutavano la figlia di Valeria Coletta e Fabrizio Martino Marchi, la coppia di milanesi morta dopo essere scivolata sul ghiaccio e aver fatto un volo di 400 metri, e i due amici con cui stavano trascorrendo una giornata in montagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA