San Lorenzo, in fondo al ponte
alla ricerca della porta più antica

È nel destino di questa porta il numero due. Due sono i suoi nomi: San Lorenzo e Garibaldi. Due sono le porte stesse: una sopra e l'altra sotto. Esattamente. Avete storie del vostro paese o luoghi dimenticati da segnalare? Scrivete a [email protected]

San Lorenzo, in fondo al ponte alla ricerca della porta più antica
di Paolo Aresi

È nel destino di questa porta il numero due. Due sono i suoi nomi: San Lorenzo e Garibaldi. Due sono le porte stesse: una sopra e l'altra sotto. Esattamente. Non molti lo sanno, ma se si dà un'occhiata, quando si è sul «ponte» che raggiunge l'ingresso di Città Alta salendo da Valverde (anche qui una coincidenza, un «doppio», la via è dedicata a Maironi da Ponte, per l'appunto): se si presta attenzione si nota che in basso, esattamente in corrispondenza del varco, si trova una struttura che fa pensare a un'altra porta.

Allora si torna indietro di una cinquantina di metri e si prende il viottolo sulla destra (con la porta alle spalle), ci si inoltra nel prato che sta sotto il «ponte», in direzione del muraglione: sotto la strada, al termine delle arcate, ecco la porta murata. L'antica, originale porta di San Lorenzo, costruita nello stile di porta S. Agostino, S. Alessandro, San Giacomo.

Ma che cosa ci fa la porta originale qua sotto? E perché è stata murata? Per quale ragione sopra questo varco ne è stato costruito un altro?

Leggi di più su L'Eco in edicola mercoledì 30 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA