Sabato 07 Agosto 2010

Vigolo, Paratico, Sarnico e Adrara
tra musica, cibo e tanto lago

Pienone di iniziative sabato 7 e domenica 8 agosto nei paesi del Sebino, che ora sperano solo nel bel tempo. A Vigolo la degustazione di prodotti tipici locali conduce nell'antico borgo rurale, dove nei cortili del centro storico si terrà la seconda edizione della rassegna enogastronomica «Passeggiarmangiando o séna nei curtiff dé Igol», promossa dall'associazione «Amici Monte Bronzone» con gli alpini. Tra una passeggiata e l'altra in mezzo ad archi, antichi portali in pietra, balconi di legno, viuzze lastricate di porfido e mercatini sparsi, si potrà sostare nei diversi cortili che fanno parte dell'itinerario della degustazione. Il menu, a 19 euro (prenotazioni allo 035.932918; 348.4437464 o 348.2557227), prevede salumi nostrani, casoncelli, pasta al Monte Bronzone, trippa, carni allo spiedo bresciano, stracchino e formaggelle del caseificio «Monti e laghi» e i dolci da gustare nell'elegante cortile Ghilorem. In programma anche una mostra di vecchie foto del paese.

A Paratico si conclude la Festa sull'aia, organizzata dalla parrocchia, nella cornice del parco comunale. Dalle 19 servizio bar e cucina, dalle 21 musica. L'incasso della festa sarà devoluto per il restauro della casa parrocchiale. Sabato ballo liscio con l'Orchestra Jolly, domenica, nell'ambito della manifestazioni «Riflessi di lago», si terrà il concerto «Volti nuovi ? Epilogo Iseo jazz 2010», con l'esibizione del New-X Quintet: Denis Alessio (chitarra), Antonio Vivenzio (pianoforte), Giulio Patara (vibrafono), Vito Zerbino (contrabbasso) e Francesco Meles (batteria). Nel corso del concerto, la presentazione degli artisti che hanno realizzato le loro opere nell'ambito dell'evento «Scolpire in piazza».

Si apre inoltre sabato con un tributo a Vasco Rossi, dei «Blascover», la 25ª edizione di «Adrara San Rocco in festa». La sagra si interromperà domani per poi riprendere giovedì 12 agosto e concludersi il 16 con la festa patronale. Nella cornice del centro sportivo di Adrara San Rocco in riva al torrente Guerna, la tradizionale festa agostana registra il contributo di 120 volontari, cioè il 15% della popolazione residente. La sagra, oltre a offrire momenti di svago per i piccoli con i gonfiabili e generi musicali ballabili, solletica i palati con un servizio ristorazione basato sulla valorizzazione dei piatti tipici locali, a cominciare dal tagliere di San Rocco, un mix di salumi nostrani, porcini, formaggi locali e tanto altro Momento clou della festa patronale, lunedì 16 agosto la Messa solenne delle 10,30 presieduta da don Umberto Tombini, nel 50° di sacerdozio. Infine, la processione con la statua del santo di Montpellier. Attesissimo concerto stasera a Sarnico dove con la Pro loco in piazza XX Settembre a scaldare i cuori ci saranno Bepi & the Prismas: dalle 21,30 a ingresso libero.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata