Giovedì 06 Agosto 2009

A Vigolo «Passeggiar
mangiando»

Torna a Vigolo «Passeggiarmangiando». Salame, pancetta e coppa nostrani come aperitivo servito in via Sottomura, all’ingresso al paese (dove si ritira il buono cena di 18 euro); per i primi, a base di pasta condita con ragù di cinghiale o pomodoro e basilico e casoncelli fatti in casa con burro e pancetta, si deve raggiungere il cortile di Framilgio del centro storico; in una terza corte si degustano trippa in umido, brasato di cavallo, spinacino ripieno e grigliata di carne.

Man mano si cammina per le viuzze del paese montano di Vigolo si arriva in via Castello, per esaltare il gusto con lo stracchino Bronzone e formaggelle stagionate; nel cortile di Ghilorem il palato si addolcisce con crostate alla frutta, tiramisù e salame di cioccolato; ultima tappa, le Vecchie fontane per una tazzina di caffè e un sorso di limoncello.

A prendere per la gola i turisti con questo accattivante menù sono i volontari vigolesi del gruppo alpini e Protezione civile guidati da Eros Cadei, che sabato e domenica dalle 18,30 propongono la manifestazione «Passeggiarmangiando», ovvero «Öna séna nei curtiff de Igol», allo con l’obiettivo di valorizzare tanti luoghi caratteristici del centro storico, oggetto in questi ultimi anni di interventi mirati a recuperare gli elementi architettonici di rilievo di abitazioni e vie interne lastricate di porfido e decorate di archi, balconcini e antichi portoni.

A lanciare l’iniziativa, accolta con entusiasmo da tutto il paese, è stata un’affezionata del posto, Lena Defendi di Grassobbio, che a Vigolo è ormai di casa da due decenni. Single di 48 anni, la donna, che lavora per una ditta di distribuzione alimentare, da vent’anni trascorre i suoi fine settimana, le festività e la ferie alla Cascina Lughel, sul territorio di Tavernola ma a confine con Vigolo.

Per l’occasione la turista-volontaria ha allestito due mostre fotografiche: una nella chiesetta di San Rocco, dove verranno proiettate le immagini di un suo viaggio del 2007 in Brasile con il padre missionario don Gigi Guerini di Brescia; una seconda esposizione di pannelli con foto dei vari scorci del paese, sarà allestita alle Vecchie fontane.

Nei locali dell’ex latteria di Maria Bettoni sono state, inoltre, ricostruite una camera da letto, la cucina e il soggiorno di tanti anni fa. Faranno da cornice alla passeggiata enogastronomica una trentina di mercatini di prodotti tipici e dell’artigianato sparsi lungo il percorso dove suoneranno, canteranno e danzeranno gli artisti del gruppo folcloristico «Brighella e la torre campanaria» di Comun Nuovo.

r.clemente

© riproduzione riservata