Bergamo dall’alto, apre il campanile Festa di Sant’Alessandro con burattini

Bergamo dall’alto, apre il campanile
Festa di Sant’Alessandro con burattini

Guardare Bergamo dall’alto del campanile di Sant’Alessandro in Colonna è un’occasione unica, che vale la fatica di salire i circa 200 gradini della torre. Ma non è tutto.

La visita al campanile - la cui costruzione è iniziata nel 1842, e conclusa definitivamente nel Novecento - è possibile solo in questo periodo dell’anno, in occasione della sagra del patrono di Bergamo.

La torre è aperta tutti i giorni dalle 20 alle 22,30. Il sabato, la domenica e mercoledì 26 agosto, giorno di Sant’Alessandro, anche dalle 16 alle 18.

Sono tante le iniziative allestite nei cortili della Domus Alexandrina, accanto alla basilica di S. Alessandro, per la sagra patronale in programma fino al 6 settembre. Tutte le sere, dalle 19, servizio ristorazione con piatti tipici, pizzeria e servizio bar, giochi, pesca di beneficenza.

Fra gli appuntamenti: visite guidate alla basilica, un concerto gospel, l’esibizione del coro Idica e una rappresentazione teatrale e «Notti di luce».

Uno degli appuntamenti più attesi dai bambini è sicuramente lo spettacolo dei burattini

(ingresso gratuito) di Pietro Roncelli: l’appuntamento è per giovedì 27 agosto alle 21 nel cortile della chiesa.

Verrà proposta la storia «Coto e stracoto d’amor»: racconta di Arlecchino innamorato della figlia di Pantalon de’ Bisognosi, che però per lei cercherebbe un uomo di migliore estrazione sociale. Arlecchino verrà sottoposto a prove di coraggio. Le accetterà? A risolvere tutto interverrà Gioppino...

Ecco un concerto di campane del campanile di Sant’Alessandro


© RIPRODUZIONE RISERVATA