I castelli bergamaschi aprono le porte Viaggio tra storia e misteri della pianura

I castelli bergamaschi aprono le porte
Viaggio tra storia e misteri della pianura

Al via domenica 1° marzo la prima giornata dei castelli aperti: per la prima volta ben 7 comuni della pianura bergamasca apriranno ai visitatori le porte dei loro castelli, palazzi e borghi medievali.

I comuni coinvolti sono Cavernago con il castello di Malpaga (nella foto qui sopra), Pagazzano, Romano di Lombardia, Brignano, Cologno al Serio, Urgnano e Martinengo. I visitatori potranno pianificare liberamente il proprio percorso in base agli orari di apertura.

Pagazzano: visite 9 – 12 e 14,30 – 18,30.

Malpaga: visite dalle 10 alle 18.

Martinengo: una visita alle 10,30.

Cologno al Serio: una visita alle10,30.

Romano di Lombardia: una visita alle15,30.

Urgnano: visite dalle 15 alle 17

Brignano Gera d’Adda: visite dalle 15 alle 17.

Ogni visita durerà circa un’ora con costi che variano dai 3 ai 7 euro, con agevolazioni per bambini. Prenotazione non obbligatoria, consigliata per gruppi numerosi. Maggiori dettagli sui costi e le iniziative collaterali dei diversi comuni sul sito www.bassabergamascaorientale.it. Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Iat Pro Loco Martinengo Tel: 0363/986031 (dalle 9 alle 12); email: [email protected]

Dopo l’appuntamento del 1° marzo, le giornate dei castelli aperti si terranno il 6 aprile, il 3 maggio, il 7 giugno e il 5 luglio. L’iniziativa è stata presentata ufficialmente il 24 febbraio al castello di Malpaga, dove erano presenti gli amministratori dei 7 comuni coinvolti con i rappresentanti dello Iat Pro Loco Martinengo.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 25 febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA