Non sapete cosa fare a Pasquetta? I consigli per una gita dell’ultimo minuto

Non sapete cosa fare a Pasquetta?
I consigli per una gita dell’ultimo minuto

Ecco tutti i consigli per una scampagnata (anche dell’ultimo minuto) per il giorno di Pasquetta. Con il sole splendente come quello di oggi c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Pasquetta all’insegna delle visite a siti storici della media pianura lombarda, grazie all’iniziativa «Giornate dei castelli, palazzi e borghi medievali» caratterizzata da visite guidate in posti di particolare bellezza. Sono 18 le località del territorio dove i visitatori potranno scoprire luoghi di solito non fruibili, segnati dalla presenza di imponenti e suggestive fortificazioni, dimore di grandi condottieri, ricollegabili a battaglie e anche leggende. Insomma, bellezze che raccontano una storia ricca ed emozionante. Aderiscono all’evento, proposto per il quarto anno consecutivo, i comuni bergamaschi di Brignano Gera d’Adda, Calcio con due castelli, Caravaggio, Cavernago, Cologno al Serio, Malpaga, Martinengo, Pagazzano, Pumenengo, Romano di Lombardia, Torre Pallavicina, Treviglio e Urgnano: inoltre quelli milanesi di Cassano d’Adda e Trezzo sull’Adda, e, in provincia di Cremona, i comuni di Pandino e Soncino. In via eccezionale il giorno di Pasquetta a Martinengo si potrà visitare anche l’incantevole parco di Villa Allegreni: ai visitatori la possibilità di ammirare un parco di rara bellezza, caratterizzato dalle sfumature dei fiori all’ombra di alberi secolari. A fare da guida sarà il proprietario di Villa Allegreni, che condurrà i partecipanti fra settanta tipologie di cespugli e arbusti. Nell’ambito delle iniziative del 2 aprile rientrano anche i gustosi picnic e le tante attività pensate per i più piccoli, proposte nel borgo di Cologno al Serio e nei castelli di Malpaga e di Pagazzano A Cassano invece è in programma un vero e proprio pranzo nelle sale del castello.

Appuntamenti culturali sono in programma a Cavernago, Calcio e Pagazzano, dove ad attendere i visitatori ci saranno mostre ed esposizioni artistiche. «Giornate dei castelli, palazzi e borghi medievali» è organizzata dall’Ufficio Iat della Pro Loco di Martinengo ed è soprattutto un tuffo nel passato, per conoscere le bellezze architettoniche, magari fantasticando su come si svolgeva la vita dei signori e della corte. I visitatori saranno liberi di pianificare il proprio percorso in base agli orari di apertura di ciascun luogo inserito nel programma delle visite, che saranno guidate e dureranno ciascuna un’ora circa.

ALMENNO SAN BARTOLOMEO

A Pasquetta è tradizione fare il primo pic-nic dell’anno in compagnia degli amici e parenti. Per questo è necessario organizzarsi bene, scegliere la giusta location e magari in mezzo alla natura. Come nelle aree verdi nei dintorno dell’antico tempio di San Tomè che lunedì 2 ospiterà, si spera sotto il primo sole primaverile, un grande pic-nic aperto a tutti, organizzato dalla Pro Loco di Almenno San Bartolomeo con il supporto del gruppo Alpini.

I partecipanti del pic-nic condiviso in mezzo alla natura almennese porteranno il cibo per loro e se vorranno anche per altri, l’organizzazione fornirà, invece, acqua, vino (una bottiglia ogni due adulti), dolce, caffè, coperto usa getta e tavoli. Il ritrovo sarà dalle 11.45 alle 12.45 a San Tomé, nell’area della rotonda.

CALCIO

Un pomeriggio di divertimento nel verde: la sezione Avis del borgo di Calcio con il patrocinio del Comune, organizza per il lunedì dalle ore 14.00 “Pasquetta al Parco”, un momento conviviale per tutte le famiglie dove condividere, grazie al servizio di ristorazione, uova, vino e salame nostrano immersi nell’area verde cittadina. La giornata sarà accompagnata da intrattenimento musicale con le performances dei “The Strings”. In caso di maltempo l’evento è rinviato a domenica 8 aprile.

SPIRANO

Un lunedì di Pasquetta che celebra l’arrivo della primavera a Spirano, grazie alla nuova apertura stagionale del Parco di San Rocco, accompagnata da un ringraziamento collettivo per i frutti della terra. La giornata, organizzata dal Comune con l’associazione locale “Amici di S. Rocco”, prevede il ritrovo dei contadini con trattori, carri e animali domestici per le ore 9.00 nel Piazzale del Mercato, al quale seguirà alle 10.00 la partenza della sfilata che toccherà i punti nevralgici del borgo, per terminare intorno alle 11.00 con la benedizione di animali da fattoria e mezzi agricoli al Parco naturalistico San Rocco, che con il suo santuario omonimo, il laghetto alimentato da una sorgente e i suoi lunghi viali, apre le porte ad una nuova stagione di benessere e relax per tutti i cittadini e le famiglie.

ENTRATICO

L’antro più famoso della Val Cavallina, la Buca del Corno di Entratico, dopo la pausa autunno-invernale riaprirà ai visitatori a partire da Pasquetta. I volontari comunali del leggendario “Gruppo guide della Buca del Corno” saranno i ciceroni del percorso scolpito nei calcari giurassici dalla geologia carsica della zona: 385 metri di lunghezza, per 36 metri di dislivello, di cui la storia parla per la prima volta nel 1617, un una nota scritta da Celestino Colleoni per la sua Historia quadripartita di Bergamo et suo territorio. L’escursione dura in media 45 minuti e permette l’immersione in un mondo letteralmente sommerso, tra camere e passaggi naturali meravigliosi.

LOVERE

Sabato, domenica e lunedì, ai turisti che sceglieranno il Sebino per qualche giorno di vacanza, o ai residenti in cerca di una proposta culturale alternativa alla classica gita di Pasquetta, Lovere offre il suo piatto forte: riapre la galleria dell’Accademia di belle arti Tadini. Con le sculture di Canova, i dipinti di Francesco Hayez, le collezioni di dipinti antichi che spaziano dal ‘300 all’800, i bronzetti rinascimentali, le porcellane orientali e occidentali in un contesto ambientale unico, la Tadini è il secondo museo più importante della provincia di Bergamo, dopo l’accademia Carrara in città. Domani (sabato) la galleria sarà aperta dalle 15 alle 19; domenica di Pasqua e lunedì di Pasquetta dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19.

SCHILPARIO

Sarà aperto anche nella giornata di Pasquetta il Parco Minerario Ingegner Bonicelli di Schilpario, che inaugura così la nuova apertura stagionale. A partire da questo fine settimana quindi i cunicoli della Miniera Gaffione, che si trova in località Fondi a Schilpario e che viene gestita dalla società cooperativa Ski-Mine, saranno aperti (fino a fine giugno) ogni fine settimana, con visite guidate possibili sia il sabato che la domenica dalle 10 alle 11.15 (orario dell’ultimo ingresso) e dalle 14 alle 16.

© RIPRODUZIONE RISERVATA