«Rifiuti umani» Rifiutati e riciclati

«Rifiuti umani»
Rifiutati e riciclati

Un incontro che nasce dall’idea provocatoria di poter riciclare e rimettere in circolo gli umani rifiutati. Giovedì 18 ottobre, Servizi Comunali Spa, con il patrocinio del Comune di Sarnico, organizza presso la Pinacoteca “Gianni Bellini” l’incontro, dal volutamente provocatorio titolo, “Rifiuti Umani” - Rifiutati e riciclati.

Provocatorio è il titolo quanto lo è l’idea che ne ha dato vita: quella di poter riciclare e rimettere in circolo sia gli umani rifiutati, che i loro rifiuti. L’incontro verterà proprio intorno alla metafora dello spreco umano e degli umani, suggerendo come provocazione la possibilità di riciclare e rimettere in circolo sia gli umani rifiutati dalla società, che i rifiuti. Un parallelismo che si esprime anche nel reinserimento nella società delle persone disagiate, in ottica di riscatto sociale e integrazione.

La Pinacoteca Gianni Bellini, luogo cinquecentesco ubicato nella parte sommitale del centro storico di Sarnico, farà da splendida cornice al convegno. Il patrimonio artistico che essa contiene annovera poco meno di 200 opere tra dipinti su tavola e su tela, alcune importanti statue lignee e marmoree, nonché quattro crocifissi processionali di grande interesse. Ad arricchire la collezione vi sono anche dei pregiati mobili d’epoca

La straordinarietà dell’edificio, unita alla particolarità del tema del convegno, costituiscono un suggestivo connubio. Interverranno come relatori:

Enrico de Tavonatti – Amministratore Delegato Servizi Comunali
Paola Ronchetti - Psicoanalista
Michele Capararo - Psichiatra e psicoterapeuta
Cesare Milani (Tenzin Kheste) - Filosofo e monaco buddhista

Enrico de Tavonatti – Amministratore Delegato Servizi Comunali
Nato il 26 ottobre del 1953, diploma di maturità tecnica e scientifica (ragioneria e liceo) con successiva frequenza al corso di laurea in ingegneria chimica, ha maturato molteplici esperienze nell’ambito imprenditoriale di diverse tipologie d’impresa, sia in ambito privato che pubblico, ricoprendo ruoli di presidente e amministratore delegato.Di animo curioso e spirito eclettico ha prediletto lo studio e le esperienze culturali letterarie e antropologiche pubblicando tre libri di narrativa e diversi articoli e saggi.

Paola Ronchetti - Psicoanalista, nata a Biella nel 1947, residente a Milano. Laureata in Filosofia e Specialista in Psicologia, psicoterapeuta e gruppoanalista. Socio Ordinario della S.G.A.I. Società GruppoAntropoanalitica Italiana. Direttore e docente della Scuola di Formazione in Psicoterapia GruppoAntropoanalitica della sezione milanese della SGAI dal 1983 al 2017. Responsabile Scientifico della sezione milanese della SGAI. Formatore e Supervisore di staff in ambito sociopsichiatrico. Libero professionista in setting individuale e gruppale.

Michele Capararo - Psichiatra e psicoterapeuta, nato a Sondrio nel 1966, residente a Milano. Laurea in Medicina e specializzazione in Neurologia. Psicoterapeuta socio fondatore del Centro Isadora Duncan di Bergamo. Già docente a contratto di Epistemologia all’Università Milano Bicocca e di Psicologia delle età della vita all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Supervisore e perturbatore nell’ambito dei Servizi Sociali e di Salute Mentale. Da anni si occupa di disassuefazione in situazioni di abuso e dipendenza da psicofarmaci. Libero professionista in setting individuale e familiare.

Cesare Milani (Tenzin Kheste) - Filosofo e monaco buddhista, nato in provincia di Pavia nel 1955, frequenta il “Centro studi di buddhismo tibetano Ghe Pel Ling” di Milano dal 1993 seguendo regolarmente insegnamenti, corsi e ritiri dapprima sotto la guida del Ven. Lama Thamthog Rimpoche ora Abate del monastero Namgyal di S.S. il Dalai Lama a Dharamsala, ed in seguito sotto la guida del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rimpoche, questi due maestri fanno parte del lignaggio dei Thamthog e da 14 reincarnazioni si susseguono come maestro e discepolo. Nel 2012 ha preso i voti di monaco direttamente da S.S. il Dalai Lama a Dharamsala con il nome di Tenzin Khentse. Da sempre, oltre che di buddhismo, si è interessato di filosofia, psicologia, esoterismo, religioni e tradizioni spirituali. Si interessa anche delle relazioni tra buddhismo, neuropsichiatria, neurobiologia e fisica quantistica. Nel 2013 è stato il monaco residente del centro “Ghe Pel Ling Canarias” a Tenerife, Canarie; insegna buddhismo a Brescia presso la sede della “Tibet house foundation” ed a Domodossola presso il “Centro buddhista Cenresig”, insegna meditazione al carcere di Vigevano, e periodicamente in altri centri e scuole, è stato nominato da Rimpoche come rappresentante della tradizione buddhista tibetana agli incontri interreligiosi per la diocesi di Milano, collabora con la fondazione “Ca’ Granda” del policlinico di Milano in conferenze che trattano temi etici nei rapporti tra scienza, medicina e religione, collaboro con la Caritas di Milano e l’amministrazione carceraria della Lombardia in un programma sperimentale volto agli operatori carcerari ed ai detenuti circa la conoscenza ed il rispetto delle diversi fedi religiose e tradizioni spirituali nelle carceri, spesso viene chiamato per parlare a studenti, associazioni o gruppi di studio, sia dove Rimpoche lo manda a parlare in rappresentanza del centro che per far conoscere il buddhismo tibetano.

“Rifiuti umani” Rifiutati e riciclati. Giovedì 18 ottobre 2018 – ore 21:00.Nella Pinacoteca Gianni Bellini Via San Paolo, 8 - Sarnico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA