Simone Cristicchi apre «deSidera»

Simone Cristicchi
apre «deSidera»

Simone Cristicchi apre l’edizione estiva della rassegna di deSidera Teatro. La XV Edizione di deSidera si aprirà con un grande evento, in condivisione con il festival «Tierra!», in una delle location più suggestive della nostra provincia: San Nicola ad Almenno San Salvatore. Giovedì 25 maggio alle ore 21 Simone Cristicchi e l’Énsamble Magnificat presenteranno «Il Cristo dell’Amiata»; sarà l’occasione per conoscere il personaggio misterioso a cui è dedicato il grande successo «Il Secondo Figlio di Dio».

Dopo aver narrato la fantasia dei matti, il coraggio dei soldati italiani in Russia e l’esodo degli italiani d’Istria, il Cant-attore romano riporta alla luce una vicenda meravigliosa e coinvolgente, intrisa di utopia e spiritualità, sporca di sangue e misteri ancora da chiarire: l’incredibile storia di David Lazzaretti, il mistico ed eretico cristiano che all’alba delle prime luci repubblicane sull’Europa fondò la Chiesa Giurisdavidica.

Lazzaretti, barrocciaio per necessità, fin da ragazzo venne assalito da febbri e visioni mistiche che lo portarono a elaborare un personalissimo percorso spirituale nel seno della chiesa cattolica. Il simbolo della sua misteriosa missione era formato da due C contrapposte con la croce nel mezzo, come l’annuncio di un nuovo Cristo in arrivo. La sua predicazione richiamò migliaia di persone tra la Toscana e la Sabina, organizzati in una convivenza armoniosa che richiama-va le prime comunità cristiane.

Se da una parte fu perseguitato dalla Legge e considerato un pazzo sovversivo, dall’altra l’ ”Uomo del mistero” conquistò seguaci e protettori tra nobili intellettuali e alti prelati, perfino in Francia dove vennero pubblicati i suoi libri. Ma il suo messianesimo intriso di ermetismo e il carattere inedito e rivoluzionario della comunità Giurisdavidica misero in allerta sia la Chiesa di Roma che il neonato Stato Italiano. Il 18 agosto del 1878, la pallottola del carabiniere Antonio Pellegrini pose fine alla sua esistenza.

Tra letture estratte dal suo romanzo “Il secondo figlio di Dio” e i suggestivi canti del Coro Magnificat, Cristicchi si infila nei panni del cecchino Pellegrini. Perseguitato dai rimorsi di coscienza, Pellegrini/Cristicchi dà vita a una vera e propria indagine, immergendosi in una vicenda ricca di inquietanti coincidenze, intrighi di potere tra massoneria, esoterismo e ambigui salotti vaticani.

Tutti gli appuntamenti di giovedì 25 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA