Teatro a Schilpario «l’insostenibile leggerezza»

Teatro a Schilpario
«l’insostenibile leggerezza»

Matilde Facheris e Alberto Salvi presentano lo spettacolo «L’insostenibile legerezza».L’aria è inodore. L’aria è insapore. L’aria è sottile, invisibile, non può essere afferrata e nemmeno trattenuta. L’aria è lo spazio intangibile che avvolge e permea l’intero Universo, l’invisibile che respiriamo. È energia vitale. Dopotutto, senza aria, non ci sarebbe la vita: è respiro vitale, respiro cosmico! L’aria è simbolo sensibile della vita invisibile, è un elemento purificatore. Rappresenta la linea di demarcazione proprio tra la terra e il cielo.

In altre parole è il punto di contatto tra la spiritualità e la materia. L’aria è quella roba leggera che ti gira attorno alla testa e diventa più chiara quando ridi. Ma, a volte, è pure dentro la testa. È lì a spazzare via i brutti pensieri, quelli stagnanti, maleodoranti. A volte è persino nello stomaco, a far volare le farfalle. Insomma, l’aria e dappertutto. È come la vita. Sembra che non ci sia alcun modo di lasciarla fuori, o tenerla a distanza. Tutto quel che si può fare è viverla e respirarla. In caso di pioggia Teatro Prealpi Piazza Cardinale Maj. con Matilde Facheris e Alberto Salvi | chitarra Luigi Suardi | contrabbasso Stefano Armati. Schilpario, piazza dell’Orso. Lunedì 6 agosto alle 21:00. Sito: http://alevarlombradaterra.it

Tutti gli appuntamenti di lunedì 6 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA In collaborazione con Bergamo Avvenimenti