Un Festival anche per l’innovazione A Bergamo il «Download Innovation»

Un Festival anche per l’innovazione
A Bergamo il «Download Innovation»

Sabato 8 e domenica 9 al Lazzaretto parte «Download Innovation It», con grandi ambizioni. La città diventa un punto d’incontro tra professionisti, geek, nerd, startupper e creativi per sviluppare idee.

Dopo BergamoScienza, si potrebbe dire, avremo anche una BergamoTech. Che a ben vedere è già da tempo nei fatti, data la propensione della nostra industria per l’alta tecnologia e le frontiere informatiche, ma che ora approda in un vero e proprio festival dedicato, di due giorni (sabato 8 e domenica 9 settembre), al Lazzaretto: un weekend (a ingresso gratuito) aperto «al futuro dell’innovazione digitale».

Titolo della manifestazione «Download Innovation It», dove il dittongo finale sta per Information Technology (sulle brochure di presentazione, attenzione, si parla più inglese che italiano) ma potrebbe stare un pochino anche per l’Italia che funziona, contenitore però ormai provvisorio a fronte del grande ponte che l’era del «cloud» sta creando tra Bergamo e il mondo. E «download» indica il processo-base delle tecnologie informatiche, quel duetto di «rilascio» e «scaricamento» che sono la sistole e la diastole del nostro progredire secondo aggiornamenti programmati e costanti, ma anche, come ha spiegato Luca Pedrazzini, direttore generale di Sorint.lab, «un modo di restituire a tutti, di scaricare sul territorio cose buone, valori che ci hanno accompagnati» da parte di un’impresa che in questi trent’anni ha «raccolto molto», partendo da Grassobbio per raggiungere l’Europa che conta, e oggi il mondo.

Ci aspettano (nella macchina multimediale del festival c’è anche Cinzia Xodo, con il suo TedxBergamo) una quarantina di seminari di alto profilo, uno hackathon (hacker+marathon: evento al quale partecipano esperti di diversi settori dell’informatica) competitivo (in palio 5 mila euro, iscrizioni ancora aperte) dedicato a individuare soluzioni efficaci per semplificare la gestione dei servizi di pubblica utilità: una 24 ore no stop.

Sarà presentata - avverte l’assessore all’Innovazione del Comune di Bergamo Giacomo Angeloni - una nuova app sociale dedicata ad armonizzare e far crescere le «banche del tempo», e poi ci sarà la prevedibile abbuffata di videogame (Overwatch, Fortnite, League of Legends, Hearthstone), 8 tornei di e-sport, droni volanti nel cielo sopra Bergamo, laboratori di coding e stampa 3d per bambini, un dj set di Saturnino (sabato, ore 21), storico bassista di Jovanotti.

Per due giorni la città diventerà un punto d’incontro tra professionisti dell’It, geek, nerd, startupper e creativi «per fare network, sviluppare idee e progetti e individuare nuove soluzioni alle sfide del futuro». All’interno del Festival - ha spiegato Angeloni - anche «la tappa bergamasca del Roadshow Città Medie, per discutere di innovazione tecnologica e digitale nella pubblica amministrazione».

Il programma completo del Festival è naturalmente on line (su download-event.io), e c’è anche un’app dedicata, Download Innovation, oltre a pagine su Facebook e Instagram.

Soprattutto interessanti («una sintesi del meglio delle conferenze nordeuropee destinate ai professionisti dell’It: solo che quelle sono a pagamento» dice Pedrazzini) saranno gli interventi (brevi: in stile Ted) e i workshop sulle ultime tendenze del mondo digitale (cloud, Big data, con un occhio attento all’open source): leader provenienti da imprese come RedHat, Oracle, Amazon Web Services, Ibm parleranno dei campioni della nuova imprenditoria globale, Netflix, Google, AirBnB. Simone Gotti, ad esempio, di Sorint.lab, descriverà la sintassi e le caratteristiche di Go, nuovo linguaggio di programmazione creato da Google, e spiegherà perché ha guadagnato tanta popolarità (sabato 8 ore 15).

Conferenze destinate ai professionisti It ma anche agli appassionati. Perché l’altro focus chiaro del festival è il suo versante educativo: ci saranno sessioni di coaching per raccontare a genitori e professori quanto nell’era del digitale i videogiochi acquisiscano una nuova funzione per il mondo dell’istruzione.

Sabato la proiezione notturna di «Hackers», film cult anni ’90 (alle 23,30). La prima Adventure di TedxBergamo (domenica 9 dalle 14 alle 18) sarà un laboratorio per imparare a presentare la propria idea in modo efficace in 5 minuti. Lo spettacolo comico «Vita nerd» (domenica alle 20) ci avvierà alla conclusione del Festival.

Che assieme a tanta tecnologia vuole comunicare - come dice Chiara Marilli di Sorint - anche «passione». Insegnare a noi stessi a «credere nelle idee che abbiamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA