Operazione al cervello per Claudia Cretti «Non mollare, siamo tutti con te»
Claudia Cretti

Operazione al cervello per Claudia Cretti
«Non mollare, siamo tutti con te»

Claudia Cretti resta in gravi condizioni ed è ricoverata nel centro specialistico Rummo, a Benevento, per un intervento neurochirurgico, che è cominciato nel tardo pomeriggio e si è protratto per diverse ore, fino a tarda notte.

La 21enne bergamasca, che è caduta sbattendo la testa su un guard-rail durante la 7/a tappa del Giro rosa di ciclismo, partita da Isernia e conclusa nel Salernitano, a Baronissi, è in prognosi riservata. «Non ci sono notizie buone e neppure cattive», ha detto al telefono Davide Arzeni, direttore sportivo della Valcar-Pbm, che è rimasto vicino alla ’suà tesserata. Per la ragazza si temono danni cerebrali, dopo la brutta caduta. La ragazza procedeva a tutta velocità, circa a circa 90 km/h, e dopo la caduta ha fatto temere addirittura il peggio.

«Chiediamo gentilmente di rispettare le persone direttamente coinvolte nella vicenda - si legge, in una nota diffusa dopo l’incidente -: la famiglia dell’atleta in primis, e poi tutte le nostre tesserate, che sono molto scosse per quanto avvenuto. Daremo informazioni su questa vicenda e suoi sviluppi, anche per evitare la diffusione di notizie false o in ogni caso non precise». L’incidente è avvenuto sulla Statale 87, in prossimità del tratto detto della ’Zingara mortà, ricadente nel Comune di Fragneto Monforte, in provincia di Benevento, dunque in pieno comprensorio sannita. La tappa della corsa rosa era partita invece dal Molise, da Isernia, ed era una delle più lunghe (145 chilometri), impegnative. Le notizie sulle condizioni di Claudia Cretti si sono subito diffuse nella carovana della corsa, creando grande apprensione fra atlete e dirigenti. Molti i messaggi degli appassionati di ciclismo postati nelle ultime ore. Ne abbiamo raccolti alcuni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA