Alessia e la passione per i motori Prima donna meccanico al 4L Trophy
Alessia Parimbelli

Alessia e la passione per i motori
Prima donna meccanico al 4L Trophy

Alessia Parimbelli, 22 anni, di Sorisole, è il primo meccanico donna a partecipare al 4L Trophy, il più grande rally-raid umanitario d’Europa.

Alessia lavora come meccanico al centro Norauto di Seriate e dal 15 al 25 febbraio farà parte dell’equipaggio Norauto che, a bordo di una Renault 4, dopo un viaggio di 10 giorni porterà aiuti umanitari in Marocco.

«Ho partecipato al concorso per essere ammessa al rally e, con mia grande sorpresa, sono stata selezionata insieme ai colleghi Ferdinando De Candia e Dario Cammarata – confessa Alessia –. Davvero non me lo aspettavo perché il mondo dei motori è ancora tutto al maschile». Il rally, a cui quest’anno prendono parte 1.500 equipaggi, parte da Biarritz e approda in Africa, a Tangeri, dopo aver attraversato in carovane il tratto europeo. Da qui inizia un percorso che porta oltre la catena dell’Atlante, per arrivare a Marrakech. Circa 6.000 chilometri in due settimane, con bivacchi di gruppo, percorsi avventurosi e obblighi di regolarità ed esercizi di orientamento.

Alessia ha coltivato l’amore per i motori sin da piccola grazie al papà Matteo, appassionato come lei delle quattro e delle due ruote. Un amore che l’ha portata prima al diploma come tecnico riparatore e adesso in un team automobilistico: «Principalmente sarò impegnata nella guida – precisa Alessia – ma nel caso di interventi rapidi sull’auto interverrò anche come meccanico».


Leggi la storia di Alessia acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo dell’8 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA