C’è neve, piste verso l’apertura anticipata Al via la stagione invernale lombarda
Sciatori al Pora in una foto d’archivio

C’è neve, piste verso l’apertura anticipata
Al via la stagione invernale lombarda

Valtorta e Pora si preparano all’apertura per il 30 novembre. La presentazione a Palazzo Lombardia con lo sguardo rivolto alle Olimpiadi invernali Milano-Cortina. Due pagine su «L’Eco» di venerdì 15 novembre.

A quanto pare vale la legge del «5». Le ultime stagioni sciistiche avviate con anticipo sulle piste delle Orobie, grazie alle precoci nevicate, risalgono al 2009 e al 2014. Ora è il 2019. «Il manto nevoso – spiega Fulvio Pasinetti, dal comprensorio Pora-Presolana – va dai 20 ai 60 centimetri in quota. Le previsioni meteo annunciano altri accumuli. Basterebbero altri 20-30 centimetri per partire con anticipo. Se le condizioni meteo lo consentiranno potremmo riuscire ad anticipare l’apertura al 30 novembre». Nel comprensorio di Valtorta-Piani di Bobbio, invece, le piste sono coperte da circa 30 centimetri di neve. «Ma da alcuni giorni – spiega Massimo Fossati, presidente anche di Anef Lombardia, l’associazione degli esercenti funiviari – stiamo comunque innevando le piste coi cannoni». Qui l’apertura è confermata per il 30 novembre.

La stagione invernale lombarda, presentata a Palazzo Lombardia giovedì 14 novembre, parte con 900 chilometri di piste, 310 impianti e 27 stazioni sciistiche. E ancora, 2.700 maestri di sci in oltre 67 scuole tra Sondrio, Brescia, Bergamo, Lecco, Como e Varese. L’auspicio che arriva da più parti è che, in vista delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina del 2026, le stazioni orobiche possano ospitare gli allenamenti di qualche Nazionale.


Due pagine a cura di Giovanni Ghisalberti acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di venerdì 15 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA