Cornabusa di Sant’Omobono Terme  Primato per i «Luoghi del Cuore» del Fai

Cornabusa di Sant’Omobono Terme
Primato per i «Luoghi del Cuore» del Fai

Primo in assoluto in Lombardia, terzo nella classifica provvisoria a livello nazionale, il Santuario mariano della Cornabusa lancia un appello ai bergamaschi per vincere la prestigiosa competizione del Fondo per l’Ambiente Italiano.

Giunti al giro di boa della prestigiosa iniziativa nazionale che terminerà il prossimo 30 novembre, il Fondo per l’Ambiente Italiano ha ufficialmente aggiornato la classifica generale provvisoria della 9° edizione de «I Luoghi del Cuore», il censimento dei luoghi da non dimenticare e salvaguardare,promosso in collaborazione con Intesa Sanpaolo: castelli, chiese, santuari, aree naturalistiche e palazzi storici, siti archeologici, tutti quei luoghi speciali, legati alla nostra identità e alla nostra memoria che vorremmo proteggere e salvaguardare, collaborando concretamente per il loro recupero, tutela e valorizzazione.

La classifica provvisoria, comunicata proprio in questi giorni dal Fai, vede Bergamo e la Bergamasca protagonisti assoluti con la Basilica di Santa Giulia di Bonate Sotto all’8° posto della classifica ma soprattutto con il Santuario della Madonna della Cornabusa saldamente piazzato al 3° posto in Italia con quasi 14.000 voti raccolti, alle spalle solo dell’antico stabilimento termale di Porretta Terme (BO) che guida la classifica e del corso dell’Oreto, fiume siciliano a sud di Palermo, posizionato al 2° posto.

Votare è semplicissimo ed è possibile farlo on line direttamente sul sito del Fai, semplicemente registrandosi con la propria e-mail oppure con Facebook, o raccogliendo le firme sul modello cartaceo che può essere scaricato dalla pagina dedicata del sito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA