In valle investimenti appesi alla variante «A Zogno ruspe ad aprile 2018»

In valle investimenti appesi alla variante
«A Zogno ruspe ad aprile 2018»

Ruspe all’opera da aprile 2018 e completamento dei lavori 14 mesi dopo, nell’estate del 2019. È il cronoprogramma, fresco di aggiornamento, della variante di Zogno.

Rispetto alla convenzione modificata nei mesi scorsi, sembra dunque possibile ancora qualche pur piccolo slittamento (allora si parlava di apertura al traffico nel maggio 2019). Ma, ripete l’assessore regionale alle Infrastrutture Alessandro Sorte, «il messaggio fondamentale è che l’iter è partito, abbiamo quasi aggiudicato due gare su tre. A volte, sentendo parlare di questa variante, ho l’impressione che molti pensino che si tratti di un problema quasi irrisolvibile, o lontanissimo nel tempo. Non è così, in questi mesi Infrastrutture Lombarde ha lavorato e la macchina è in moto, non è un percorso discrezionale».

Ad aver chiesto lumi sulla situazione, già prima di Pasqua, erano stati ancora una volta i sindaci della valle (che probabilmente incontreranno la prossima settimana Infrastrutture Lombarde, a Zogno, per fare il punto della situazione), ma l’argomento sarebbe emerso anche in un incontro nei giorni scorsi tra il governatore Roberto Maroni, lo stesso Sorte e il Gruppo Percassi.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 17 maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA