Incendio a Cusio, Capodanno al lavoro «Disastro evitato grazie ai volontari»

Incendio a Cusio, Capodanno al lavoro
«Disastro evitato grazie ai volontari»

Capodanno al lavoro per i volontari del reparto anti incendi boschivi che mentre tutti stappavano lo spumante erano impegnati a spegnere il rogo scoppiato sul monte Avaro.

Le fiamme sono divampate probabilmente a causa di fuochi artificiali fatti esplodere nella paglia secca dei pascoli dell’Avaro. I volontari sono stati impegnati tutta la notte per spegnere l’incendio in attesa dell’alba e dell’arrivo degli elicotteri che hanno coordinato gli interventi. Anche il sindaco di Cusio Andrea Paleni è sceso in campo per dare una mano e verificare che le operazioni si svolgessero senza problemi. A emergenza conclusa, ha scritto un post su Facebook per ringraziare i volontari e, ironicamente, anche chi ha causato l’incendio: «Buon 2017!! A nome mio e dei volontari che da mezzanotte di ieri sera sono impegnati a domare l’incendio dei piani dell’Avaro, un grande ringraziamento ai geni che in barba a avvisi, ordinanze, info dei media, ecc. hanno avuto la brillante idea di sparare petardi nella paglia secca dei pascoli dell’Avaro... Un vero e sentito ringraziamento ai volontari A.I.B., e non, che non dormono da ieri sera per risolvere questo disastro! Ora la situazione è sotto controllo».

I volontari sono intervenuti continuativamente fino al tardo pomeriggio del 1 gennaio insieme Vigili del Fuoco (presenti per l’intera nottata) e all’elicottero di Regione Lombardia (presente dalle prime luci dell’alba), coordinati dal responsabile antincendio della Comunità Montana Valle Brembana, Roberto Fiorona, in qualità di D.O.S. (Direttore Operazioni Spegnimento) operativo direttamente sul fronte dell’incendio ininterrottamente per l’intera nottata e per l’intera giornata odierna, poichè proprio da oggi il Corpo Forestale dello Stato è confluito nell’Arma dei Carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA