San Giovanni Bianco e l’ospedale Nicora assicura: «Gli ridaremo qualità»

San Giovanni Bianco e l’ospedale
Nicora assicura: «Gli ridaremo qualità»

Carlo Nicora, direttore generale della nuova Asst (Azienda socio sanitaria territoriale) «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo, rassicura la Valle Brembana e i suoi sindaci sull’ospedale di San Giovanni Bianco.

«L’ospedale di San Giovanni Bianco è un pezzo del polo ospedaliero “Papa Giovanni”, non è qualcosa di diverso. E nei prossimi sei mesi noi dobbiamo riportare quel pezzo, là dove è già pronto, a connettersi col “Papa Giovanni”».

L’occasione è stata l’incontro indetto, lunedì sera, dall’Assemblea dei sindaci, nella sede della Comunità montana a Piazza Brembana, per cercare di capire il futuro della sanità in valle dopo la nascita dell’Asst (65 Comuni per 247 mila abitanti, Valli Imagna e Brembana).

In particolare dell’ospedale di San Giovanni Bianco è stato spogliato da oltre un anno del reparto di maternità e impoverito pesantemente in altri reparti, sia da un punto di vista strutturale sia delle risorse umane, la domanda ora è: cosa si farà di tale «contenitore»?

Il vertice sulla sanità, lunedì sera a Piazza Brembana. Da sinistra, Barboni, Nicora, Musitelli, Azzi e Magoni

Il vertice sulla sanità, lunedì sera a Piazza Brembana. Da sinistra, Barboni, Nicora, Musitelli, Azzi e Magoni

Nicora e il suo staff si sono dati sei mesi di tempo: per capire quali i servizi, quali le specialità sanitarie di cui il territorio ha bisogno, quindi garantirne un livello di eccellenza.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 27 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA