Tagli agli autobus in provincia I disagi pesano sui piccoli centri
Boario, il minibus che porta a Gromo capoluogo (Foto by Fronzi)

Tagli agli autobus in provincia
I disagi pesano sui piccoli centri

Ancora tagli dei trasporti a scatenare polemiche. I disagi pesano sui piccoli paesi e sulle frazioni.

A farne le spese sono le frazioni di Val Brembilla e Gromo, che si sono trovate senza corse per i capoluoghi con forti disagi per i ragazzi che vanno a scuola. Se Val Brembilla ci ha messo una toppa istituendo un servizio proprio, Gromo è riuscito ad ottenere solo una proroga fino a ottobre. Le famiglie di Boario e Spiazzi però insorgono: «Senza collegamenti saremo dei cittadini di serie B».

Quelli di Sant’Antonio Abbandonato di Val Brembilla e di Spiazzi di Gromo sono due casi «gemelli». Situazioni simili, dove a subire i disagi sono gli studenti. I bus collegavano le frazioni al centro, poi, con la fine della scuola è arrivato lo stop a Gromo, e a settembre a Sant’Antonio Abbandonato. E i Comuni hanno dovuto organizzarsi. Due pagine di approfondimento sul tema dei trasporti su L’Eco di Bergamo in edicola il 21 settembre.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 21 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA