Colpito al volto da un fuoco d’artificio Giovane rischia di perdere l’occhio
Immagine d’archivio

Colpito al volto da un fuoco d’artificio
Giovane rischia di perdere l’occhio

É stato operato all’ospedale Bolognini di Seriate il giovane di Spinone che è rimasto ferito al volto da un fuoco d’artificio.

Rischia di perdere un occhio il 26enne di Spinone colpito al volto da un fuoco artificiale la notte di Capodanno. L’episodio è accaduto a Grone, dove il ragazzo stava festeggiando il Capodanno in un’abitazione privata, situata nella frazione Sant’Antonio. Secondo la prima ricostruzione, pochi minuti prima della mezzanotte, con alcuni amici, sarebbe uscito e avrebbe piazzato a terra una «torta» di fuochi d’artificio, in pratica una batteria di razzi da far esplodere alla mezzanotte per salutare il nuovo anno. Che cosa sia accaduto di preciso non è ancora stato chiarito. Al lavoro per ricostruire l’accaduto ci sono i carabinieri della Compagnia di Clusone. Pare che il giovane fosse intento a innescare il materiale pirico, anche se non è escluso che all’operazione si stesse dedicando un’altra persona e che il ventiseienne si trovasse a ridosso. Fatto sta che uno dei razzi partiti all’improvviso lo ha colpito all’occhio.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 2 gennaio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA