Proprietari fuori casa per festeggiare Casseforti razziate l’ultimo dell’anno

Proprietari fuori casa per festeggiare
Casseforti razziate l’ultimo dell’anno

Hanno colpito con precisione mirando alle casseforti, sapendo che difficilmente sarebbero stati disturbati la notte di San Silvestro: i proprietari infatti erano fuori o impegnati altrove.

Due episodi simili quelli messi a segno la notte dell’ultimo dell’anno in una casa a Chiuduno e nella canonica di Clusone. A Chiuduno i malviventi hanno preso a picconate il muro della camera da letto per asportare la cassaforte: è successo proprio la sera di San Silvestro in una villetta. In venti minuti una banda di ladri ha messo a segno un furto, in via Michelangelo, in una zona residenziale a sud della ferrovia del paese. In quel momento i proprietari – una coppia di 30enni – non erano in casa. In azione, intorno alle 20, quattro malviventi, giovani e dalla carnagione olivastra, forse stranieri. Sono fuggiti con il bottino lasciando un buco nel muro, dove prima c’era la cassaforte. Sono scappati su due auto, un’Audi grigia e una Fiat blu. B rutta sorpresa, l’ultimo dell’anno, anche per l’arciprete di Clusone monsignor Giuliano Borlini al quale i ladri hanno svaligiato l’ufficio parrocchiale mentre era impegnato nelle funzioni religiose. I ladri hanno scavalcato il muretto di recinzione e sono penetrati nell’edificio forzando la porta. Sono, quindi, entrati nei locali mettendoli a soqquadro in cerca della cassaforte. Una volta trovatala, con il flessibile hanno tagliato lo sportello metallico del forziere asportandone alcune migliaia di euro.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 2 dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA