Alzano, ragazzi scalano la ciminiera Dibattito su Fb. Scatta la  denuncia

Alzano, ragazzi scalano la ciminiera
Dibattito su Fb. Scatta la denuncia

Le fotografie sono eloquenti: tre ragazzi sono sul tetto dell’ex cementificio Italcementi di Alzano Lombardo, due addirittura vengono immortalati mentre salgono la scaletta della ciminiera.

È accaduto mercoledì intorno alle 19. A scattare le foto è stato Bruno Valsecchi, un cittadino che abita vicino al sito e che alla vista dei giovanissimi si è subito preoccupato. Il loro gioco è infatti pericolosissimo. L’edificio non è in condizioni di sicurezza e una caduta da quelle altezze - le ciminiere dell’ex cementificio raggiungono qualche decina di metri - potrebbe essere fatale.

«Ho richiesto subito l’intervento delle forze dell’ordine e ho chiamato il proprietario dell’area. Nel caso accadesse qualcosa, la responsabilità sarebbe sua». Valsecchi non si è limitato a segnalare, ma ha anche incontrato i ragazzi, che sembrerebbero essere minorenni, ha spiegato loro quanto ciò che fanno sia rischioso, ma i tre hanno affermato di essere abituati, di non temere nulla.

I ragazzi sul tetto dell’ex cementificio

I ragazzi sul tetto dell’ex cementificio

I giovani praticano la disciplina metropolitana del parkour, nata in Francia agli inizi degli Anni Novanta che consiste nell’eseguire un percorso, superando qualsiasi genere di ostacolo. «L’episodio è stato denunciato ai carabinieri . spiega Manuel Tironi del Gruppo Tironi proprietario dell’area -. È una situazione insostenibile, perché più che recintare e tenere pulita l’area, non sapremmo che fare».

Le foto dei ragazzi, pare sedicenni, sono finite anche sul gruppo Facebook «Sei di Alzano se...» scatenando un gran numero di commenti. Tra questi anche quelli dei ragazzi protagonisti delle pericolose arrampicate (che quindi sarebbero ben riconoscibili) i quali non hanno esitato ad insultare coloro che li definivano «stupidi» per i rischi inutili corsi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA