«Ciuccio addio: lo faccio volare» E da Casnigo, plana su Orezzo

«Ciuccio addio: lo faccio volare»
E da Casnigo, plana su Orezzo

A volte, per raggiungere un obiettivo, basta un po’ di fantasia. Quella che ha fatto volare in cielo un ciuccio, unendo in un legame di simpatia due famiglie.

Il ciuccio del piccolo Daniele è volato in cielo, e come una cicogna, deve aver vagato qua e là, poi si è posato sul tetto di una famiglia di Orezzo. Partito nella mattinata di domenica 18 febbraio da Casnigo, il ciuccio azzurro del bambino, in compagnia di qualche palloncino e di una letterina, lunedì pomeriggio si è posato sulle tegole del tetto della casa di Lorella Gusmini e della sua famiglia, nella piccola frazione di Gazzaniga. E coincidenza vuole che il marito della signora Lorella sia proprio di Casnigo, il paese dove il bambino vive con mamma e papà. Nella sua letterina il piccolo Daniele, che ha compiuto 4 anni il 20 febbraio, chiedeva al destinatario di informarlo del luogo nel quale il suo ciuccio sarebbe giunto, lasciando l’indirizzo.

«Ho subito contattato la mamma di Daniele, Jessica Franchina, per chiedere se dovevo restituire il ciuccio – racconta Lorella Gusmini - , ma mi ha detto di non farlo, poiché da tempo cercava di sottrarlo al bimbo». Alla fine ha deciso lui, con un volo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA