Due scialpinisti feriti sul monte Grem Scattano i soccorsi, portati in salvo -  Video
Una fase dei soccorsi

Due scialpinisti feriti sul monte Grem
Scattano i soccorsi, portati in salvo - Video

Sabato 13 febbraio il Soccorso alpino bergamasco è intervenuto per soccorrere due scialpinisti rimasti feriti in due distinti incidenti sul monte Grem. I due infortunati non sono in condizioni preoccupanti.

Due interventi in sequenza sabato 13 febbraio per il Soccorso alpino bergamasco, a Oneta e a Gorno: la prima chiamata è arrivata poco prima delle 11,30, per uno sci-alpinista di 43 anni caduto sul monte Grem. Poco dopo, mentre il primo intervento era ancora in corso, altro allertamento per un infortunio molto simile: un uomo di 41 anni è caduto, sempre sul Grem ma nella parte in alto, a circa 2000 metri, proprio mentre praticava sci d’alpinismo. Le condizioni meteorologiche e la visibilità però non consentivano l’avvicinamento agli elicotteri, decollati da Bergamo e da Sondrio. Intanto le squadre a piedi, dopo aver raggiunto il primo paziente, che si trovava più in basso, lo hanno messo in sicurezza e portato con la barella fino al mezzo ambulanzato e poi all’ambulanza. Nel frattempo una seconda squadra partita da Clusone è arrivata sul posto e i soccorritori sono nuovamente risaliti sulla montagna per raggiungere il secondo infortunato. Raggiunto dai primi soccorritori, che lo hanno subito supportato con una coperta termica mentre il resto della squadra con la barella e tutto il resto del materiale di soccorso li raggiungeva, si è aperta una finestra tra le nebbie, che ha permesso all’elicottero di Areu (Azienda regionale emergenza urgenza) di Como di raggiungere e recuperare il secondo infortunato. Qui sotto il video.

I tecnici, della Stazione di Oltre Il Colle, con il supporto di Clusone, sono infine rientrati. È molto importante considerare – spiega il Soccorso alpino – che le condizioni meteorologiche determinano sempre i tempi di intervento, anche dell’elicottero: quando si va in montagna quindi, in particolare se si raggiungono quote oltre un certo limite e se le previsioni indicano un abbassamento della temperatura, occorre avere sempre con sé abbigliamento extra per poter affrontare neve e nebbia e anche l’attesa dei soccorritori.

Una fase dei soccorsi

Una fase dei soccorsi


© RIPRODUZIONE RISERVATA