Gandino, anziani maltrattati e derubati Madre e figlia restano in carcere
L’abitazione delle donne arrestate

Gandino, anziani maltrattati e derubati
Madre e figlia restano in carcere

Le due donne, arrestate lunedì, si proclamano innocenti, ma il giudice ha respinto l’istanza di scarcerazione della difesa.

Rrstano in carcere Roberta Volante, 51 anni, e Jenny Franchina, 29, madre e figlia che lunedì 20 sono state arrestate dai carabinieri per circonvenzione di incapace, maltrattamenti, lesioni personali aggravate e indebito utilizzo di carte di pagamento. Il giudice per le indagini preliminari ha respinto la richiesta di scarcerazione della difesa e non ha concesso neppure i domiciliari.

Le due, incensurate, nei primi mesi di quest’anno avrebbero maltrattato e di fatto derubato una pensionata di 16 mila euro dal conto corrente, mentre nei tre anni precedenti e fino a dicembre avrebbero fatto lo stesso – è l’accusa del pm Laura Cocucci e ribadita nell’ordinanza del gip Maria Luisa Mazzola – con un pensionato di 72 anni, di Cerete, conosciuto quando, anni fa, madre e figlia gestivano un bar in quel paese (nei primi mesi di quest’anno avevano invece gestito una salumeria in centro ad Alzano, chiusa da poco). A lui sarebbe stata sottratta la pensione di mille euro mensili per almeno tre anni, oltre ai risparmi del conto corrente (almeno 22 mila euro).

Le due donne che ieri, mercoledì 22 maggio, erano state interrogate dal gip, si erano proclamate innocenti: «Non solo hanno negato le accuse, ma ritengono anche di aver fatto del bene, visto che i due anziani erano di fatto soli e abbandonati», ha spiegato il difensore, l’avvocato Luca Barcellini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA