I desideri per S. Lucia in un palloncino In Repubblica Ceca c’è chi li esaudisce

I desideri per S. Lucia in un palloncino
In Repubblica Ceca c’è chi li esaudisce

«Cara Santa Lucia, mi chiamo Sara Cimmarosa e ho 4 anni. Vivo a Ponte Nossa con la mamma Cristina, papà Giovanni e i miei fratelli Francesco e Andrea. Quest’anno sono stata una brava bimba e vorrei alcuni giocattoli».

Ha puntato dritta verso il cielo, ha proseguito per 950 chilometri ed è atterrata in Repubblica Ceca la letterina che Sara Cimmarosa, una bambina di quattro anni di Ponte Nossa, ha fatto scrivere alla mamma Cristina Manzi per Santa Lucia. Era nel palloncino colorato che è stato lanciato venerdì scorso, alle 17, alla festa in oratorio. È dentro quel palloncino che la piccola Sara aveva depositato i suoi desideri. «Vorrei alcuni giocattoli: scuola pigia max, kit bracciali, sabbia, Ariel sirena. Spero riuscirai da accontentarmi. La sera troverai a casa mia una calda tazza di latte con i biscotti per te e l’asinello. Ciao da Sara».

Quel palloncino è arrivato fino a Mutenice, un piccolo paese della Repubblica Ceca, dove è atterrata alle 7,30 di sabato vicino alla casa di Milan Pivko che ha cominciato a contattare su Facebook un po’ di persone che si chiamavano Cimmarosa, finché domenica è riuscito a rintracciare la famiglia di Ponte Nossa. Anche lui papà, Milan ha voluto l’indirizzo di casa Cimmarosa per mandare, tramite Santa Lucia, i regali chiesti dalla piccola Sara.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 14 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA