Il re della bici a Clusone Addio a Giuseppe Pellegrini
Giuseppe Pellegrini

Il re della bici a Clusone
Addio a Giuseppe Pellegrini

La cicli Pellegrini fu fondata nel 1918 da Alessandro. Giuseppe, morto a 92 anni, la ereditò nel 1945.

Si spento improvvisamente Giuseppe Pellegrini, lo storico proprietario della bottega «Cicli Pellegrini», fondata a Clusone dal padre Alessandro nel lontano 1918. Nonostante i suoi 92 anni, Giuseppe godeva di ottima salute ed era ancora autosufficiente. È morto a causa di un malore improvviso. Era conosciuto e stimato da tutti nella cittadina baradella, dove dal 1945 circa, succeduto al padre, gestiva lo storico negozio di biciclette, sito al civico 8 di piazza Sant’Anna, insieme al fratello.

«All’epoca erano gli unici ad avere un’attività del genere – racconta il figlio Alessandro, che dagli Anni Novanta gestisce l’attività – mio nonno era partito con la biciclette, mio padre intraprese la strada dei motocicli, per poi riproporre la bicicletta negli Anni Settanta».

Sebbene fosse in pensione da diversi anni, trascorreva tutti i pomeriggi all’interno del negozio, restaurando le sue amate biciclette d’epoca. La bottega di biciclette, tra le prime in valle, si trovava in via Bartolomeo Nazari, nel centro storico di Clusone, e negli anni successivi alla fine della Seconda Guerra Mondiale fu trasferita nella sua collocazione attuale, in piazza Sant’Anna 8. «In questi giorni è passata molta gente a farci visita, e tutti hanno ricordato mio padre come una persona onesta, corretta, brillante, solare: sempre con il sorriso» - sottolinea il figlio. Ieri sono stati celebrati i funerali e la salma è stata poi tumulata nel cimitero di Clusone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA