In tanti al presidio di Piario «La montagna deve vivere»

In tanti al presidio di Piario
«La montagna deve vivere»

Il territorio ha risposto alla richiesta di mobilitazione per dire no alla chiusura del punto nascite.

Tantissimi sindaci, anche della bassa Valle Seriana, quelli quindi non toccati dall’eventuale chiusura del Punto nascite di Piario: perché il problema è la giusta attenzione alla montagna, dove vivere è sempre più difficile. A cominciare dal nascere. Anche mamme con il passeggino al presidio all’ospedale di Piario, per chiedere più servizi e attenzione per una realtà complessa come quella della montagna.

Il presidio a Piario

Il presidio a Piario
(Foto by Giuliano Fronzi)

Le comunità hanno risposto all’appello: diversi i parroci presenti, insieme ai sindaco e ai rappresentanti del territorio. C’erano anche i parlamentari Antonio Misiani, Elena Carnevali e Nunziante Consigliio, i consiglieri regionali Roberto Anelli, Dario Violi e Silvana Saita, il presidente della Provincia, Matteo Rossi. Tutti per chiedere di non chiudere il punto nascite di Piario e guardare in altro, verso quella montagna che fa sempre più fatica a vivere.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 18 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA