La Bergamasca sempre con Amatrice Il sindaco risponde: con voi c’è un futuro

La Bergamasca sempre con Amatrice
Il sindaco risponde: con voi c’è un futuro

La Protezione Civile di Vertova ha devoluto altri 10 mila euro per Amatrice e immediata è stata la risposta del sindaco: «Siete amici speciali».

«Grazie del sostegno che arriva da manifestazioni di solidarietà e generosità come la vostra riusciamo a trovare la forza per affrontare questa difficile situazione e guardare con speranza al futuro scrive Sergio Pirozzi: «Da parte mia e di tutta la mia comunità un grande ringraziamento. L’appuntamento è ad Amatrice restituita alla sua popolazione e a colore che la amano».

Diverse le iniziative a sostegno di Amatrice nella Bergamasca. Tra le più curiose quella dei parrucchieri e aspiranti professionisti dell’Accademia Acconciatori di Bergamo che domenica si sono messi a disposizione per taglio e piega a offerta libera per Amatrice. L’iniziativa a favore dei terremotati ha permesso di raccogliere oltre 500 euro in una giornata in cui insegnanti e studenti del 4° anno hanno intrecciato pettini e forbici. «È un’iniziativa unica nel suo genere che speriamo possa essere replicata – sottolinea Angela Cocchetti presidente dell’Accademia –, il ricavato verrà consegnato direttamente al Comune di Amatrice, dove un gruppo di noi si recherà nei prossimi giorni». La giornata è stata un momento di condivisione. Molti, infatti, sono stati i parrucchieri che si sono mescolati ai clienti

Inoltre anche la divisa sociale dell’Ac Gandosso verrà conservata nel Museo della memoria che verrà realizzato ad Amatrice affinché nessuno dimentichi l’immane tragedia che ha colpito il paese sabino. Lo ha detto il sindaco Sergio Pirozzi, al gemellaggio con Bergamo, nel corso dell’incontro di sabato scorso con il collega Alberto Maffi, primo cittadino di Gandosso. «La solidarietà del nostro paese nei confronti di Amatrice – ha detto Maffi – si manifesterà concretamente con un contributo che provvederemo ad inviare nei prossimi giorni, frutto di una raccolta fondi fatta a settembre durante la Festa dello sport, a pochi giorni dal sisma. Mi ha fatto molto piacere incontrare il sindaco Pirozzi, un uomo che sta lottando ogni giorno per la sua terra. A lui ho portato l’abbraccio di tutta la nostra comunità, che ha contraccambiato con un commosso “Grazie Gandosso!”».

E tra le tante raccolte di viveri, al centro commerciale Le Due Torri di Stezzano è stata organizzata proprio nei giorni scorsi una raccolta di generi alimentari per aiutare le popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. Risultato? In poco più di una settimana (il week end del 25 e 26 febbraio e dal primo al 5 marzo scorso) sono stati raccolti aiuti che hanno riempito ben tre furgoni. L’iniziativa, pensata e proposta da un gruppo di privati e in particolare da Luca Frigerio, è stata accolta con favore dal centro commerciale stezzanese che ha fornito personale e spazi per la raccolta: «Non mi aspettavo che questa iniziativa avesse tanto successo – spiega Frigerio –. Siamo davvero contenti. Fisicamente è stata impegnativa, ma ci ha portato dei grandissimi risultati ed è questo ciò che conta davvero. Partiremo alla volta di Amatrice domani a mezzanotte, effettueremo le consegne alle famiglie che ci sono state segnalate (tra cui anche nuclei familiari con persone disabili, ndr) e rientreremo domenica. Grazie davvero a tutti, in primis al centro commerciale e ad Esselunga: non saremmo mai riusciti a raccogliere così tanto da soli».

Per le famiglie dell’Abruzzo in difficoltà non sono stati raccolti solo generi alimentari (1.132 chili di pasta, riso, 320 lattine di pomodoro e 1.187 scatole di legumi, sale, zucchero, olio, 357 litri di latte solo per citarne alcuni), ma anche prodotti per l’igiene personale (200 rotoli di carta igienica, centinaia di bagnoschiuma e shampoo, dozzine di confezioni di pannolini per bambini).


© RIPRODUZIONE RISERVATA