La settimana di San Govanni Bosco A Gandino dibattito sui «ragazzi cattivi»

La settimana di San Govanni Bosco
A Gandino dibattito sui «ragazzi cattivi»

Incontri e riflessioni, legati al tema della Misericordia, che segna l’anno pastorale e il Giubileo indetto da Papa Francesco. Entrano nel vivo a Gandino gli appuntamenti della «Settimana di San Govanni Bosco» organizzati dall’oratorio Sacro Cuore, retto dallo scorso settembre da don Marco Giganti.

L’oratorio gandinese nel 2016 taglia anche l’importante traguardo dei 110 anni dalla sua fondazione, avvenuta nel 1906. Giovedì alle 20,45, nella sala conferenze dell’oratorio, è in programma l’incontro dal titolo «Non esistono ragazzi cattivi» con don Claudio Burgio, cappellano del carcere minorile Beccaria di Milano e direttore della comunità di recupero per minori Kairos.

«L’idea – sottolinea don Giganti – è allargare i nostri orizzonti a esperienze di carità concreta e di estrema attualità. Ci guiderà la parabola del Buon Samaritano e in particolare la frase “Gli fasciò le ferite” con cui abbiamo intitolato l’intera settimana».

Venerdì alle 20,45, al cinema teatro Loverini, verrà proposto lo spettacolo «La Sosta – aiutare l’altro ti cambia la vita», scritto e diretto da Umberto Zanoletti. Sabato il palco sarà appannaggio dei ragazzi della catechesi per l’atteso «Don Bosco Show».

Domenica toccherà alle celebrazioni liturgiche. Alle 10,30 Messa solenne in basilica e alle 20,30 i vespri e la processione, con la statua di don Bosco portato dai diciottenni (nati nel 1998). Non mancherà, nel pomeriggio alle 16, il grande gioco «Saint John Wood Game».


© RIPRODUZIONE RISERVATA