Braciere in casa, 11 intossicati a Leffe Soccorse due  famiglie con 4 bambini

Braciere in casa, 11 intossicati a Leffe
Soccorse due famiglie con 4 bambini

Ambulanze e vigili del fuoco sono intervenuti in via San Rocco nella notte tra domenica e lunedì. I coinvolti sono stati portati in ospedale: non sono in pericolo di vita.

Intervento di soccorso verso le 2,45 della notte tra il 27 e il 28 settembre a Leffe, in via San Rocco, per un caso di intossicazione da monossido di carbonio: il bilancio definitivo è di 11 persone soccorse. Nessuna di loro è in pericolo di vita. Si tratta di due famiglie senegalesi – tutti regolari, 7 adulti e 4 bambini – che si trovavano nello stesso appartamento (una famiglia era ospite dell’altra per la notte). Durante la serata avevano acceso un braciere in casa, poi, quando è arrivato il momento di andare a dormire, lo hanno spento, ma qualcosa è andato storto. Il braciere sarebbe rimasto parzialmente acceso, sprigionando monossido di carbonio. A tarda notte una mamma 40enne ha accusato un malore e ha perso i sensi: gli altri presenti si sono accorti di quanto stava succedendo e hanno dato l’allarme. Sul posto sono intervenute quattro ambulanze, l’automedica, i carabinieri e i vigili del fuoco. I coinvolti sono stati trasportati negli ospedali Papa Giovanni di Bergamo e Bolognini di Seriate per le cure e gli accertamenti del caso. Nessuno di loro è in pericolo. Anche la donna che aveva perso i sensi si è ripresa ed è stata dimessa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA