Moroni, uova e non solo Gandino caput mundi

Moroni, uova e non solo
Gandino caput mundi

Si parte giovedì 4 luglio alle 18.30, quando nel Salone della Valle di piazza Vittorio Veneto verrà inaugurata l’esposizione che vede protagonista la «Deposizione di Cristo nel sepolcro» dipinta da Giovan Battista Moroni.

L’estate di Gandino si accende dal 4 al 7 luglio con un susseguirsi di eventi davvero incredibile che coincidono con il tradizionale appuntamento della Prima Domenica di Luglio, quando in paese si celebra la solennità dei Ss.Martiri Patroni: Ponziano papa, Valentino sacerdote, Quirino tribuno e Flaviano prefetto.

Si parte giovedì 4 luglio alle 18.30, quando nel Salone della Valle di piazza Vittorio Veneto verrà inaugurata l’esposizione che vede protagonista la «Deposizione di Cristo nel sepolcro» dipinta da Giovan Battista Moroni nel 1566 e custodita all’Accademia Carrara di Bergamo. Nell’anno in cui New York riscopre il celebre ritrattista rinascimentale dedicandogli una mostra presso la prestigiosa Frick Collection e dopo l’entusiasmante successo della retrospettiva del 2018 tenutasi presso la Royal Academy of Arts di Londra, la Val Seriana, che gli diede i natali, dedica a Moroni un evento rivolto alla valorizzazione della sua opera sul territorio. Dalla collaborazione tra l’Accademia Carrara e Promoserio, con il patrocinio di Comune e Pro Loco di Gandino, è nata l’idea del ritorno a casa di un’importante opera moroniana, che lasciò la Valle durante le soppressioni napoleoniche del 1798 per non farvi più ritorno. Dal 4 luglio al 13 ottobre 2019, la grande tela sarà esposta gratuitamente al pubblico nel Salone della Valle, all’interno del Palazzo del Vicario a Gandino. L’iniziativa è il fulcro di una serie di attività che promuovono un vero e proprio museo diffuso delle opere moroniane, che tocca Ranica, Villa di Serio, Pradalunga, Albino, Bondo Petello, Fiorano al Serio, Oneta, Parre e Fino del Monte (info su www.valseriana.eu).

Venerdì 5 luglio alle 20.30 è in programma la storica Corsa delle Uova, un’originale sfida che si nata da una semplice scommessa nel 1931. Quest’anno ad animare la serata sarà la sfida fra il detentore Giuliano Noris (impegnato nella raccolta delle fatidiche 100 uova) ed il corridore Carlo Beltrami (impegnato nell’andata e ritorno a Fiorano al Serio) noto quale vincitore del talent Bake Off Italia nel 2017. La Corsa delle Uova sarà seguita dalla Notte Bianca, con musica, animazione e ristorazione in tutto il centro storico.

Sabato 6 luglio alle 21 sarà la volta della rievocazione storica In Secula, con centinaia di figuranti in costume e suggestive scenografie, legata a storia e vicende del Convento francescano di Sancta Maria ad Ruviales, già custode della tela moroniana del 1566. Domenica 7 luglio Gandino celebrerà i Ss.Martiri Patroni con la solenne concelebrazione in Basilica, che per tradizione ricorda particolari anniversari di ordinazione di sacerdoti e vescovi nativi o che a Gandino hanno prestato servizio pastorale. Sulla piazza del municipio, alle 11.45, la Pro Loco proporrà la premiazione dei cittadini benemeriti, seguita da una degustazione a base di Mais Spinato di Gandino. Alle 21, sempre in piazza Vittorio Veneto, da ricordare il concerto (diretto dal maestro Aleandro Martinelli) del Civico Corpo Musicale di Gandino che ricorda il 60° di rifondazione. Da ricordare infine l’apertura, in Sala Ferrari, della mostra filatelica dedicata al 50° di fondazione del Gruppo Filatelico Valgandino, con l’emissione (venerdì 5 luglio) di ben quattro annulli postali straordinari. Da segnalare anche le speciali emissioni ufficiali realizzate in Liechtenstein, Portogallo, Francia e Brasile, con valori di regolare circolazione postale che correderanno folders da collezione emessi in tiratura limitata. Info complete su www.lecinqueterredellavalgandino.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA