«Nei secoli fedeli», festa a Leffe  per i 30 anni dell’Associazione Carabinieri

«Nei secoli fedeli», festa a Leffe
per i 30 anni dell’Associazione Carabinieri

Trent’anni di attività all’insegna di uno spirito di servizio che unisce i Carabinieri in attività e quelli in congedo «nei secoli fedeli». Domenica 6 maggio a Leffe, in una splendida giornata di sole, la sezione Media Valle Seriana dell’Associazione Nazionale Carabinieri ha festeggiato il trentesimo anniversario di fondazione.

L’Associazione Nazionale venne costituita a Milano il 1marzo del 1886 con la denominazione di «Associazione di Mutuo soccorso tra congedati e pensionati dei Carabinieri Reali», mentre la sezione della Media Valseriana nacque a Gandino il 18 aprile 1988 ed ha sede presso il Palazzo Mosconi a Leffe. Il riferimento territoriale è quello legato alle stazioni Carabinieri di Gandino e di Fiorano al Serio.

«L’Associazione - spiega il presidente Riccardo Imberti - ha lo scopo di aggregare Carabinieri in servizio, in congedo, i loro familiari e tutti i simpatizzanti in quella che è chiamata la grande Famiglia dell’Arma, tenendo vivo fra i soci il sentimento di devozione alla Patria, lo spirito di corpo, il culto delle gloriose tradizioni dell’Arma e la memoria dei suoi caduti. L’Associazione promuove e partecipa ad attività di volontariato per il conseguimento di finalità assistenziali, sociali e culturali. Fa volontariato civile, coadiuvando gli enti di Polizia Locale, vigilando e garantendo la sicurezza e il controllo dell’osservanza dei blocchi del traffico dei mezzi in entrata e uscita, durante lo svolgimento di manifestazioni pubbliche e sportive. Negli ultimi mesi, la dotazione di una nuova Fiat Multipla a metano ha consentito di avviare in Media Valle Seriana un servizio di pattugliamento notturno, utile alla sicurezza del territorio».

I festeggiamenti a Leffe hanno preso le mosse dalla sede di Palazzo Mosconi, con il corteo accompagnato dal Premiato Corpo Musicale di Leffe verso la parrocchiale, dove il parroco don Giuseppe Merlini ha celebrato la messa. Presenti sindaci e amministratori della Valle, l’ispettore regionale ANC Generale Nazareno Giovanelli, il coordinatore provinciale Marco Bianco, il maresciallo Francesco Ciaco ed il brigadiere Alessandro Moccia, a capo e in rappresentanza rispettivamente delle stazioni di Gandino e Fiorano al Serio (in queste settimane di fatto unificate per i lavori in corso alla caserma di Gandino), il maresciallo Ignazio Grinciari, comandante il Nucleo Comando della Compagnia di Clusone, il luogotenente in congedo Giovanni Mattarello, che per oltre trent’anni ha guidato l’Arma in Val Gandino. Presenti anche i Carabinieri in alta uniforme, a cavallo, motorizzati. La mattinata ha tenuto a battesimo il nuovo gruppo femminile delle Benemerite, dedicato alla memoria di Tiziana Bordogna.

Festante e grato il saluto di tanti cittadini, delle associazioni vallari d’arma e di volontariato e degli amministratori, che a più riprese hanno ringraziato l’Associazione per l’intensa attività a favore della gente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA