Non c’è pace per la Valvertova Centraline, la società fa ricorso allo stop

Non c’è pace per la Valvertova
Centraline, la società fa ricorso allo stop

La immobiliare si rivolge al Tribunale delle acque pubbliche: «Difetto di motivazione».La Provincia: «Mancavano le integrazioni richieste».

Quando si pensava che la questione delle centraline idroelettriche fosse ormai archiviata è giunta notizia del ricorso della Immobiliare I Sole di Piancogno (Brescia) che ha presentato i progetti per lo sfruttamento delle acque a scopi idroelettrici, contro la decisione della Provincia e contro i Comuni di Vertova e Gazzaniga. Via Tasso infatti ha archiviato le istanze per il rilascio delle concessioni di derivazioni delle acque.

Il ricorso, redatto da uno studio legale di Milano, è rivolto al Tribunale Superiore delle acque pubbliche di Roma per chiedere che venga annullato il provvedimento della Provincia. L’udienza si terrà il 22 settembre. Nel ricorso si ricostruisce l’iter dei due progetti e i passaggi per la concessione delle derivazioni e della Via (Verifica di Impatto ambientale).


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 6 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA