«Non sono riuscito a salvarlo»
Parla il turista che ha trovato frate Mino

È stato un turista di Dalmine a lanciare l’allarme ai bagnini di Sestri Levante quando ha visto il corpo senza vita di frate Mino Baretti.

«Non sono riuscito a salvarlo» Parla il turista che ha trovato frate Mino
Frate Mino Baretti

«Stavo facendo il bagno quando ho visto quell’uomo in acqua, aveva gli occhialini e pensavo che stesse guardando il fondale, poi mi sono avvicinato e ho visto che non si muoveva». È stato Claudio Brolis di Dalmine, cantante della band bergamasca «Stone Garden», a trovare frate Mino Baretti, 63 anni di Clusone, martedì mattina senza vita nelle acque della baia delle Favole a Sestri Levante.

«Ho lasciato mia moglie con il bimbo di 4 anni nell’acqua bassa e mi sono spinto più al largo per fare due bracciate – racconta – . Ho visto quell’uomo a pancia in giù, l’ho chiamato, gli ho gettato un po’ d’acqua sulla schiena e poi l’ho toccato, perché vedevo che non si muoveva. A quel punto gli ho sollevato il viso e ho visto che era già gonfio: ho urlato più che potevo e i bagnini sono arrivati subito a nuoto e lo hanno portato a riva. Lì tra i bagnanti c’era una cardiologa e un’altra dottoressa che gli hanno praticato il massaggio cardiaco, hanno fatto di tutto anche i soccorritori arrivati in ambulanza, hanno usato il defibrillatore, ma la situazione era già troppo grave».

© RIPRODUZIONE RISERVATA