Selvino, minaccia una donna e ha la riproduzione di un mitra in casa

Selvino, minaccia una donna
e ha la riproduzione di un mitra in casa

Un ex imprenditore di 64 anni (e non 47 come pubblicato precedentemente, ndr) è stato trovato dalla Polizia locale in stato confusionale. Aveva in casa la riproduzione di un mitra.

Bossoli per terra e in casa la riproduzione di un mitra. Da tempo il possessore di questi «cimeli» era diventato l’incubo di Selvino, a causa di continue minacce ai residenti e comportamenti inopportuni nei confronti di donne del paese. Nelle scorse settimane erano intervenuti anche i Carabinieri per riportalo alla calma.

Mercoledì 16 dicembre alle 16 l’uomo, G.G. di 64 anni, ex imprenditore milanese, ha preso di mira una commerciante: voleva che gli consegnasse numerosi orologi senza pagare (invitandola ad andare a chiedere i soldi alla sua banca), e la accusava di impedire una storia d’amore (inesistente) con la nipote ventenne.

Dopo averla minacciata, l’uomo ha allestito fuori dal negozio un «altarino» composto da bossoli di calibro 357 magnum e 9 millimetri insieme a due asciugamani riportanti le sue iniziali: un messaggio minaccioso rivolto alla donna. Informata dei fatti, è intervenuta la Polizia locale che si è recata a casa dell’uomo trovandolo in forte stato confusionale. Con sè aveva la riproduzione di un mitra Uzi in grado di sparare pallini in acciaio e il relativo munizionamento (non letale ma in grado di recare lesioni), oltre a un cofanetto con della cocaina. Dato il forte stato di agitazione, l’uomo è stato portato in ambulanza all’ospedale di Alzano e trattenuto nel reparto psichiatrico per la notte in attesa di successive valutazioni. Dei fatti accaduti è stata inoltrata informativa al magistrato di turno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA