Slavine a Oneta, chiusa la provinciale Isolati 200 abitanti di Scullera e Cantoni
Il fronte che incombe sulla provinciale dopo i distacchi di sabato

Slavine a Oneta, chiusa la provinciale
Isolati 200 abitanti di Scullera e Cantoni

I distacchi sabato 2 gennaio in località Scullera e Cantoni: strada ripulita, ma si temono nuovi distacchi. La sp 46 chiusa per precauzione. Bloccati gli abitanti delle due frazioni, interrotto il collegamento che porta al Passo di Zambla.

Neve bella da ammirare, ma anche pericolosa, se si distacca dai prati scoscesi, invadendo le strade. Ieri pomeriggio è successo a Oneta, in valle del Riso, e ora 200 persone, i residenti delle frazioni Scullera e Cantoni, sono isolate. Più scariche di neve, almeno tre – dicono dal Comune – si sono riversate sulla provinciale 46 che porta al Passo di Zambla, occupando metà carreggiata. «Ma c’è un fronte ampio una cinquantina di metri che minaccia nuovi distacchi – spiega il sindaco Angelo Dallagrassa –, motivo per cui la strada è stata chiusa». Gli accumuli di neve si sono distaccati da un prato scosceso e senza alberi a far da protezione, tra l’abitato di Oneta – a valle della chiusura – e la frazione Scullera. Sentito il nivologo incaricato, il Servizio Riqualificazione rete viaria della Provincia ha disposto la chiusura precauzionale della provinciale «e domani (domenica 3 gennaio per chi legge, ndr) si vedrà che fare – prosegue il sindaco –: certo non si possono tenere isolate 200 persone a lungo. Se durante la notte le lastre di neve non saranno cadute spontaneamente, si dovrà provvedere a praticare dei tagli in modo da farle scendere».

In zona si misurano 50 centimetri di neve: «40 sono caduti all’inizio della settimana e altri 10-15 giovedì e venerdì» elenca il sindaco. Dopo la caduta delle slavine Comune e Provincia sono intervenuti con i loro uomini per sgomberare l’area dalla neve, ma il rischio che si possano verificare nuovi distacchi, reso evidente dalle «crepe» nella neve che si possono notare anche nella foto a fianco, ha consigliato la chiusura fino a domani di 400 metri di strada, dal chilometro 33,300 al chilometro 33,700, all’incirca 800 metri dopo il capoluogo di Oneta salendo da Ponte Nossa. Il bilancio di quanto accaduto ieri è quindi di 200 persone isolate: gli abitanti della frazione Scullera e di Cantoni, ed è naturalmente interrotto il collegamento con il Passo di Zambla, da cui si scollina in Valle Brembana.

Proprio mentre gli operai della Provincia erano al lavoro in località Scullera – e con loro erano sul posto anche i carabinieri di Clusone –, un’altra slavina è caduta anche a Cantoni di Oneta, 500 metri prima della frazione: «Gli operai hanno quindi liberato la strada anche in questo punto», aggiunge Dallagrassa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA