Tenta furto di grondaie di rame A  Leffe disoccupato arrestato
Il 37enne è accusato di avere smontato le grondaie in rame di una villa disabitata

Tenta furto di grondaie di rame
A Leffe disoccupato arrestato

Con l’accusa di avere staccato le grondaie in rame di una villa disabitata a Leffe, un disoccupato di Albino è stato arrestato per tentato furto. Il giudice ha applicato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

Ad avvertire i carabinieri, intervenuti nel giro di pochi minuti con una pattuglia della stazione di Gandino, sono stati i vicini di casa, che avevano sentito rumori sospetti e si erano affacciati per capire cosa stava succedendo. Quando i militari sono arrivati, lo hanno sorpreso poco prima che scappasse e lo hanno arrestato. In manette per tentato furto è finito M. P., 37 anni, disoccupato residente ad Albino. Secondo le accuse aveva staccato le grondaie in rame di una villa disabitata a Leffe, in via Martinelli, con l’obiettivo di tornare in un secondo momento a caricarle su un mezzo per portarle via.

Il fatto è successo domenica 3 aprile verso le 12,35. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, verso quell’ora residenti della zona hanno sentito uno strano trambusto. Accortisi che si trattava di un furto in atto nella villa disabitata, hanno chiamato il 112.

Il giudice Ilaria Sanesi ha convalidato l’arresto e, accogliendo la richiesta del pubblico ministero, ha applicato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 5 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA