«Tentò di avvelenare il marito» Infermiera rinviata a giudizio

«Tentò di avvelenare il marito»
Infermiera rinviata a giudizio

È stata rinviata a giudizio per tentato omicidio nei confronti del marito, Laura Mappelli, 48 anni, di Premolo.

Lo ha deciso martedì 13 settembre il gup Ciro Iacomino al termine di un’udienza preliminare che s’è giocata soprattutto sulle consulenze mediche. Il giudice ha comunque deciso che la questione merita un approfondimento processuale ed è per questo che ha deciso per il processo, che inizierà il 14 febbraio del prossimo anno.

La donna era stata arrestata il 12 dicembre dello scorso anno dalla squadra mobile della questura (ora è agli arresti domiciliari) con l’accusa di aver avvelenato con un’iniezione di insulina il marito, Bortolo Rossi, detto Lino, autista di bus di 42 anni, originario di Villa d’Ogna, che era finito all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in ipoglicemia. Tutti i dettagli e gli aggiornamenti sulla vicenda processuale su L’Eco di Bergamo del 14 settembre.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 14 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA