Mercoledì 06 Novembre 2013

Autunno a Formentera

fra kayak e birdwatcher

Formentera

Formentera è il luogo ideale dove trascorrere una vacanza all’insegna del relax, ma non solo. Oltre ad essere famosa per le sue fantastiche spiagge, l’Isla Bonita è la meta giusta anche per chi, oltre a rilassarsi sotto il caldo sole autunnale, vuole approfittare del clima piacevole per una vacanza attiva, scegliendo tra le numerose attività all’aria aperta praticabili sull’isola. Windsurf, kayak, immersioni, trekking, bicicletta, birdwatching: a Formentera c’è solo l’imbarazzo della scelta per rendere unici i giorni sull’isola con il giusto mix di esperienze.

La costa di Formentera presenta un litorale ampio e variegato, perfetto per praticare sport acquatici a tutti i livelli; kayak e windsurf sono tra le attività più esercitate e sono numerosi sull’isola i centri specializzati a cui è possibile affidarsi. Il kayak è il mezzo migliore per addentrarsi via mare alla scoperta di calette tranquille e riparate. Procedere a pelo d’acqua, pagaiando con tranquillità sulle acque turchesi, alternando attimi di contemplazione a momenti di divertimento: sono questi i plus dell’attività più amata dai bambini e perfetta per tutta la famiglia.

Adrenalina ed acrobazie sospese tra acqua e aria sono invece le componenti principali per chi pratica windsurf; grazie alla conformazione della costa e ai venti che possono raggiungere la potenza di 30 nodi, Formentera è perfetta per tutti gli appassionati ma anche per chi guarda con curiosità a questo sport e vuole imparare a destreggiarsi con tavola e vela approfittando delle giornate tranquille.

Per i sub Formentera è una delle mete più apprezzate del Mediterraneo; le immersioni nei suoi fondali regalano agli appassionati grandi sorprese e panorami marini imperdibili. L’acqua attorno all’isola è caratterizzata da una straordinaria visibilità, grazie alle enormi distese di Poseidonia Oceanica che crescono rigogliose sui fondali e consentono di individuare senza difficoltà numerose specie di flora e fauna tra formazioni rocciose.

Tantissime sono le specie marine presenti come polipi, barracuda, triglie, saraghi, murene, gronghi, orate, seppie, stelle marine oltre a tartarughe marine e delfini. Una delle zone migliori per praticare immersioni è la Reserva Marina de Es Freus, vero paradiso sommerso che richiama ogni anno sub esperti e amatori di questo sport. I panorami dell’entroterra non sono meno affascinanti della scenografia costiera e il modo migliore per goderne è concedersi lunghe passeggiate lungo i numerosi sentieri che attraversano il suo territorio.

Il trekking è l’attività migliore per avere un contatto intimo con Formentera e sono numerosissimi i Circuitos Verdes (“percorsi verdi”) per esplorare l’interno dell’isola lasciandosi accarezzare dalla leggera brezza del mare. Molti percorsi partono dalle strade principali, in particolare dalla zona di Sant Francesc e intorno al faro de La Mola, e si inoltrano nel territorio brullo. Circondati dalla vegetazione mediterranea fatta di ampie pinete e dune di sabbia, si incontrano di volta in volta vecchi mulini ormai in disuso, lunghi muretti di sassi che delimitano le proprietà terriere e tipiche case in pietra; per affrontare queste passeggiate, l’ideale è munirsi di comode scarpe e avere sempre un costume a disposizione per concludere l’attività con un fresco bagno rigenerante.

Anche la bicicletta è un mezzo ideale per visitare l’isola, sia su percorsi asfaltati che su terreni off road, e sono moltissime le strutture dove è possibile affittarla. La maggior parte dei Circuitos Verdes sono praticabili sia a piedi sia su due ruote e, grazie alle ottime segnalazioni, è molto facile seguirli per tutta la loro lunghezza. Uno dei percorsi più belli segue il profilo delle saline di Formentera, presenti nella parte Nord dell’isola.

Il Parque Natural de Ses Salines, copre un territorio vasto che comprende la penisola di Es Trucadors, con le bellissime spiagge di Illetes e Llevant, le saline di Estany Pudent e Estany des Peix, e giunge fino alla zona di Can Marroig dove si erge la torre di Punta Gavina. Il panorama di Ses Salines offre il suo meglio nel momento del tramonto, quando il gioco di luce rende la zona incantata.

In alcuni periodi dell’anno nelle vaste distese di acqua salata di Ses Salines è possibile avvistare larghi gruppi di fenicotteri rosa. Ma i fenicotteri non sono gli unici volatili presenti a Formentera; l’isola è infatti un naturale luogo di passaggio per i numerosi uccelli che ogni anno migrano dalle calde coste Africane per raggiungere i climi continentali dell’Europa. L’Isla Bonita ha ampliato negli anni le zone tutelate e protette, così da diventare un luogo di riferimento per tutti gli appassionati birdwatcher che arrivano numerosi durante le diverse stagioni per ammirare oltre 200 specie diverse di uccelli migratori e molti esemplari stanziali.

Per maggiori informazioni: www.formenterabirding.com

Per essere sempre aggiornati su tutto ciò che accade a Formentera, seguite su Facebook: Formentera Ente del Turismo

© riproduzione riservata