«Pomaria»: in Val di Non la raccolta delle mele

«Pomaria»: in Val di Non
la raccolta delle mele

«Pomaria», l’evento dedicato alle mele e alle eccellenze eno-gastronomiche a km 0 della Val di Non e del territorio circostante, è rimandata al 2021, ma l’autunno della valle trentina è comunque piena di gusto con «Pomaria, on the road» fino al 18 ottobre.

Quella del 2020 è un’edizione diffusa, fa incontrare i produttori di frutta e vino nelle loro aziende. «Pomaria» coinvolte realtà aderenti alla «Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole». Una delle attività imperdibili è Andiamo a coìr. Coìr in dialetto locale significa «raccogliere»: dopo un anno di lavoro i frutti sono pronti per essere raccolti. Con Andiamo a coìr, dopo aver fatto richiesta alle aziende agricole aderenti, ci si reca in un meleto, i proprietari fanno da ciceroni tra i filari per raccontare i segreti della coltivazione e spiegano come si stacca in modo corretto la mela dall’albero senza ammaccarla.

Dopo aver raccolto il proprio bottino da portare a casa, merenda a base di mele, succo, strudel e fettine di mela essiccate (costo 15 € a persona, comprende visita guidata, cassetta di mele raccolte, merenda, buono per un prodotto gratuito presso Mondomelinda; info adottaunmelo.com/andiamo-a-coir).

Fino al 18 ottobre altre attività (su prenotazione) sono in calendario. Per chi vuole osservare i frutti dove nascono, ci sono i wine trekking tra i filari di Groppello della Val di Non della cantina LasteRosse, la passeggiata didattica in un meleto «Mela-Spasso» o quella de «La mela e la sua storia», la visita al meleto storico di Cles. Chi è affascinato dalla magia della trasformazione che sprigiona un alambicco non può perdere l’appuntamento «In compagnia dei distillatori» della distilleria Rossi d’Anaunia.

Analoga scoperta quella tra i silos del birrificio artigianale Fon, abbinata alla visita guidata al Canyon Rio Sass. Come si fanno sidro, succo e aceto balsamico di mela, lo si scoprirà visitando l’azienda LM Melchiori. Se si preferisce mettere le mani in pasta è possibile prendere parte al laboratorio-degustazione «Il tortel di patate e le sue varianti» con il Senior Chef Bruno di Pineta Nature Resort. Al Mulino Museo dell’ape, si segue invece un percorso sensoriale per conoscere il lavoro degli apicoltori.
Info www.pomaria.org


© RIPRODUZIONE RISERVATA