Mercoledì 11 Novembre 2009

Dal finestrino parla con una lucciola
Il giudice di pace annulla la multa

Il giudice di pace ha annullato la multa da 500 euro che era stata comminata a Osio Sotto a un automobiista reo di essersi fermato a parlare con una prostituta sul ciglio della strada provinciale. Un'ordinanza del sindaco vieta infatti d'intrattenersi in strada con le lucciole.

L'uomo, che era stato multato dai carabinieri, ha presentato un ricorso in tribunale dichiarando di essersi fermato soltanto per chiedere informazioni. Il giudice di pace ha creduto alla versione dell'automobilista e la multa è stata così annullata.

Nella sua motivazione, il giudice ha parlato di come l'ordinanza «violi norme di carattere costituzionale come quella di circolare e soggiornare liberamente». Il sindaco di Osio Sotto, Attilio Galbusera, non ci sta e promette di valutare attentamente la sentenza. Sono diversi i Comuni della Bergamasca che hanno adottato questa ordinanza, ora dunque si è aperta la strada per numerosi ricorsi.   

m.sanfilippo

© riproduzione riservata