Venerdì 11 Dicembre 2009

Lettera di una pendolare
«No a Treviglio Ovest»

Dopo il dietrofront

«Buongiorno, sono da tanti anni una pendolare della linea ferroviaria Bergamo-Milano. Come ben sapete, lo stato dei treni è penoso: oltre che vecchi e sporchi, pure la qualità della manutenzione lascia desiderare, tant'è che pochi giorni fa mi è capitato di dover viaggiare su un treno senza riscaldamento e, al contrario, in estate capita di viaggiare su treni senza aria condizionata, magari al piano superiore delle carrozze due piani dove si raggiungono i 40 gradi Celsius.

Voi stessi, poi, tempo fa avete riportato la notizia di una signora colpita alla testa da uno dei piccoli finestrini apribili, con tanto di intervento dell'ambulanza. Qualcosa, però, è sembrato cambiare. Con il nuovo orario in vigore dal 13 dicembre, finalmente si potrà raggiungere Milano in meno di 50 minuti, con l'abolizione delle fermate dei paesi della provincia milanese come Trecella, Melzo o Vignate. Con rammarico, però, i pendolari trevigliesi hanno chiesto il reinserimento della fermata di Treviglio ovest per i diretti Bergamo-Milano.

Ho il massimo rispetto per i pendolari di Treviglio, ma perché vogliono che i Bergamo-Milano si fermino a Treviglio Ovest? Treviglio è già servita da tutti i regionali da Brescia per Milano, che in 25 minuti ti portano a Lambrate. Da dicembre poi ci saranno pure le linee S5 e S6 del passante, che porteranno i trevigliesi direttamente nella metropolitana di Milano. Inoltre, ci sarà pure la navetta ferroviaria Treviglio-Bergamo. La stazione di Treviglio centrale è a meno di due chilometri da Treviglio ovest. Perché costringere Trenitalia a far fermare i BG-MI a Treviglio Ovest allungando quindi i tempi di percorrenza dei treni? Perché chiedere sempre di più, fregandonsene di tutti gli abitanti di Bergamo e immediato hinterland che vorrebbero arrivare a Milano nel minor tempo possibile?

Treviglio non sarà isolata da Milano, avrà i regionali e la S5 e S6. Trenitalia e la Regione Lombardia (assessore Cattaneo, dove sta?) dicano di no a Treviglio ovest. Il comitato pendolari bergamaschi aveva detto no alla reintroduzione di Treviglio ovest per tutti i BG-MI (dicendosi disponibile ad avere Treviglio ovest solamente per alcuni treni, non tutti), eppure la Regione non l'ha ascoltato. E, checché ne dicano, nessuno crede che la fermata di Treviglio ovest porterà via solamente un minuto di percorrenza. Vi ringrazio per la vostra attenzione»
Margherita De Martin

k.manenti

© riproduzione riservata