Sabato 09 Gennaio 2010

Tv digitale: realtà entro giugno
Già scattata la corsa al decoder

A partire dalla fine del primo semestre del 2010 in tutta la Lombardia, e di conseguenza anche a Bergamo, non sarà più possibile guardare la tv senza un sintonizzatore per il digitale terrestre. Al momento del cosiddetto «switch off» (lo spegnimento del segnale analogico che porta anche la televisione nel mondo digitale ndr) manca ancora qualche mese: qualcuno si è già portato avanti e, durante le feste, ha pensato bene di regalare una televisione nuova con il digitale incorporato o un decoder da collegare all’apparecchio già esistente; un pensiero utile e indispensabile per continuare a guardare i programmi preferiti. Se non ci si adegua, infatti, sullo schermo della televisione di casa, fra marzo e aprile, non verrà trasmessa più alcuna immagine.

Tutta Europa sta passando dalla tv analogica a quella digitale: è la stessa Unione Europea a imporre questo passaggio. In sostanza il segnale, costituito da suoni e immagini, non è più continuo ma si presenta come una sequenza numerica che utilizza i ripetitori che si trovano sulla terra e non necessita di antenne paraboliche.

Nel calendario che sancisce l’addio in ogni regione alla tv analogica, (dopo lo switch off di Sardegna, Valle d’Aosta, e Trentino completati nell’anno che si sta per concludere ndr) entro giugno 2010 toccherà anche a tutta la Lombardia (in merito non è ancora stata emessa alcuna comunicazione ufficiale sulle date esatte ndr).

Sul sito ufficiale del Digitale terrestre, per ora, non ci sono novità. Di sicuro, seguendo ciò che è avvenuto nel processo di transizione alla tecnologia digitale anche nelle altre regioni, in un primo momento si spegnerà il segnale analogico di Rai Due e Retequattro e successivamente si penserà a tutte le altre tutti gli altri.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 9 gennaio

Per tutte le informazioni si può consultare il sito ufficiale del Digitale Terrestre all’indirizzo www.dgtvi.it

r.clemente

© riproduzione riservata