Martedì 19 Gennaio 2010

Bergamo, ecco le iniziative
per la Giornata della Memoria

Una serie di iniziative per abbattere, attraverso la cronaca degli eventi e l'arte, i muri della memoria e tenere vivo il ricordo di una delle più grandi tragedie del secolo scorso: l'Olocausto. È questo l'intento del Giorno della memoria, che si celebrerà il 27 gennaio, e durante il quale si susseguiranno manifestazioni istituzionali ed eventi culturali.

L'Amministrazione comunale propone, lunedì 25 gennaio alle 15, presso la Sala consiliare, un incontro con Franco Perlasca, presidente della Fondazione Giorgio Perlasca, dal titolo “Il silenzio del giusto: la storia di Giorgio Perlasca”, al quale parteciperà anche una delegazione di studenti delle scuole superiori della città.

Le altre manifestazioni istituzionali, che si terranno il 27 gennaio, prevedono alle 10, la posa di corone d'alloro presso la lapide del Parco delle Rimembranze, in ricordo degli ebrei bergamaschi deportati nei campi di sterminio, mentre altre corone saranno deposte alle 11.15 presso la lapide in memoria dei lavoratori delle fabbriche di Sesto San Giovanni deportati nei campi di concentramento, sul binario 1 della stazione ferroviaria. Alle 11.45, un momento di raccoglimento sarà dedicato alla memoria dei 20 bambini ebrei uccisi nel campo di Neuengamme.

Numerosi sono gli eventi culturali previsti, a partire dall'incontro “I muri della memoria”, presso il teatro Donizetti a partire dalle 10, che vedrà l'attrice Lina Sastri leggere una serie di brani e testimonianze sui genocidi che hanno attraversato la storia dei popoli.

Seguirà la proiezione del documentario di Roberto Olla, che racconta lo storico incontro tra i sopravvissuti italiani ai campi di concentramento di Auschwitz e i sopravvissuti degli altri stermini di massa della storia recente.
Sarà possibile partecipare all'evento telefonando allo 0354160678, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17.

“Pizza in Auschwitz”, film di Moshe Zimerman, sarà invece proiettato all'Auditorium di Piazza della Libertà alle 21. Il protagonista della pellicola, deportato in cinque campi di concentramento, si misura con i propri figli durante il viaggio nei luoghi della sua odissea. La proiezione, curata da Lab80, in collaborazione con ISREC Bergamo, il Comitato bergamasco Antifascista, le Acli e ANED, sarà seguita dalla testimonianza dal vivo di Danny Chanoch, deportato ebreo lituano, protagonista delle vicende narrate dal film.

A partire dalle 14.30, sarà l'associazione “Bergamo su e giù”a proporre una visita guidata al Parco delle Rimembranze e al Museo Storico, mentre è prevista per le 18 l'inaugurazione della mostra documentaria e fotografica curata dall'Istituto Bergamasco per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea dal titolo “Luoghi. Quattro campi, la loro storia, la nostra memoria”, attraverso la quale si vuole indagare la memoria di alcuni campi (Fossoli, Bolzano, Mauthausen e Auschwitz), immortalati anche ai giorni nostri da Isabella Balena.

La giornata si chiuderà alle 22.30 con due performances artistiche, curate da Gamec, che si terranno presso l'Ex Chiesa della Maddalena: “Quando” del collettivo d'artisti Zimmer Frei e “Sistema solare” di Matteo Rubbi, artista bergamasco. La Consulta studentesca ha annunciato la propria adesione ad alcune iniziative: i suoi rappresentanti parteciperanno infatti all'evento in programma al Donizetti.

I rappresentanti della Consulta studentesca delle scuole superiori della Bassa bergamasca (Treviglio, Romano e Caravaggio) assisteranno, inoltre, alla proiezione del film “Il bambino con il pigiama a righe” presso il cinema Ariston Multisala di Treviglio, martedì 26 gennaio alle 10.30.

Guarda il sito di Auschwitz

a.ceresoli

© riproduzione riservata