Giovedì 21 Gennaio 2010

Muratore salva una bimba
dall'aggressione di un pitbull

Deve la vita ad un operaio edile di Suisio - Guido Frizzi, 45 anni - la bimba di 4 anni che mercoledì pomeriggiio è stata aggredita dal pitbull di alcuni amici di famiglia in un'abitazione di Paderno Dugnano (Milano), in via Amatore Sciesa.

Il fatto è avvenuto alle 14.30, quando la piccola - di origne nigeriana - stava andando a casa di un'amica di famiglia che abitualmente si prende cura di lei in assenza della madre, che lavora. Un aiuto abituale, con la vicina di fiducia che accompagnava la bambina dopo essere andata a prenderla all'asilo. Giunte nell'abitazione però, una villetta circondata da un giardino, dove la bambina avrebbe atteso la mamma, e non appena la proprietaria ha aperto il cancello per entrare, il cane, di nome Tyson, si à avventato sulla piccola azzannandola ripetutamente alla testa e al collo.

Le urla della piccola e della padrona di casa hanno rchiamato l'attenzione dell'operaio edile bergamasco, Guido Frizzi, 45 anni, residente a Suisio, impegnato in un cantiere confinante la casa. Sceso da un'impalcatura, l'uomo ha scavalcato la cancellata di confine «armato» di un martello con il quale ha ripetutamente colpito il cane, riuscendo a staccarlo dalla bambina e a rinchiuderlo, per poi tornarsene al lavoro.

La proprietaria dell'animale, che mai in passato aveva dato problemi e segni di aggressività, ha chiamato il 118 e, appena giunta l'ambulanza, l'ha accompagnata al pronto soccorso. Le indagini sono state effettuate dalla Polizia Locale di Paderno, che adesso attende la prognosi anche per valutare eventuali denunce.

Secondo quanto riferito dai medici, la piccola, A.M., di origine nigeriana, quando è stata soccorsa dal 118 era terrorizzata. Ha subito lo scuoiamento parziale del capo, varie ferite al viso e una lesione al naso.
Trasportata al Niguarda è stata sottoposta a un'operazione chirurgica. I medici, al momento, si riservano la prognosi soprattutto per il danno estetico, che verrà valutato in un secondo momento.

L'intervento è stato effettuato prevalentemente per suturare le ferite, e si è protratto per alcune ore, ma la piccola non è in pericolo di vita.

a.ceresoli

© riproduzione riservata